Uefa Nations League, l'Italia inizia con un pareggio: 1-1 con la Polonia

Regolare Commento Stampare

Il flop della mancata qualificazione al Mondiale appartiene già al Pleistocene, il prossimo obiettivo è invece la qualificazione ad Euro 2020, la prima competizione itinerante nella storia dell'Uefa: 12 città coinvolte, il pass si può ottenere anche arrivando alla Final Four della Nations League. Poi, però, al 40′ la disattenzione fatale di Jorginho che sbaglia in fase d'impostazione, l'Italia resta scoperta e Biraghi è in ritardo in chiusura sul secondo palo, dove Zielinski spinge in rete indisturbato.

Primo tempo pessimo quello della squadra di Roberto Mancini. Titolare Gianluigi Donnarumma, preferito a Mattia Perin e Salvatore Sirigu.

Resta il problema del gol ("dobbiamo essere più incisivi sotto porta") che la prestazione di Balotelli ha ingigantito e quella di Chiesa, in coppia con Belotti, ha in parte risolto. In ogni caso la partita di Gigio è stata sicuramente positiva con una serie di buone parate. A salvare gli azzurri una ripresa giocata con coraggio e veemenza e l'ingresso decisivo di Chiesa, dopo un primo tempo in cui si sono viste voglia e intensità ma poca efficacia e un po' di confusione con un Balotelli apparso decisamente fuori forma, chiuso in svantaggio dopo che il napoletano Zielinski aveva sfruttato al meglio la seconda delle due occasioni concesse dalla difesa azzurra. "Ora c'è un'altra grande partita in Portogallo e cerchiamo di far bene", dichiara ancora il portiere azzurro. A volte andiamo un po' in difficoltà quando ci attaccano, bisogna rimanere uniti e compatti e non sbagliare troppi disimpegni. Sono fiducioso perché vedo un'Italia che vuole proporre calcio, siamo sulla strada giusta. Prestazione sufficiente la sua.