Un aereo di Emirates è stato isolato all’aeroporto di New York

Regolare Commento Stampare

Un volo Emirates in quarantena all'aeroporto Jfk di New York dopo che molti passeggeri si sono sentiti male. E quando l'aereo, un A388 con a bordo circa 500 passeggeri, è atterrato a New York, alle 9:18 ora locale, è stato circondato da ambulanze e dalle squadre "hazmat" (cioè specializzate in "hazardous material", materiali pericolosi).

Un intero aereo è stato messo in quarantena sulla pista d'atterraggio a New York. In un tweet, la compagnia aerea precisa che "all'arrivo, come precauzione", i passeggeri malati sono stati assistiti dalle autorità sanitarie locali. Ma la situazione sembra più grave del previsto: decine di passeggeri sono stati segnalati come malati, con vari sintomi tra cui tosse e vomito, ciò ha portato il pilota a notificare le autorità quanto stava accadendo, ha detto un funzionario delle forze dell'ordine che non era autorizzato a parlare e ha rifiutato di essere nominato.

Secondo RT, la ragione è una malattia sconosciuta, sono colpite circa un centinaio di persone a bordo. Tutti gli altri sono stati sbarcati velocemente. Emirates sostiene che "la sicurezza e la cura dei passeggeri è una priorità".

Quante persone c'erano a bordo, non è ancora chiaro. Eric Phillips, il portavoce del sindaco di New York Bill de Blasio su Twitter, afferma invece che il velivolo ha fatto una sosta a Mecca prima di partire per New York e questo potrebbe aver esposto i passeggeri all'epidemia di influenza in corso alla Mecca.