Brunello Cucinelli, i ricavi netti sfiorano i 270 milioni

Regolare Commento Stampare

Brunello Cucinelli ha chiuso il primo semestre dell'esercizio fiscale in corso con ricavi netti pari a 269,5 milioni di euro, segnando un +9% a cambi correnti (+11,9% a cambi costanti) rispetto ai 247,2 milioni di euro del primo semestre 2017. Bene anche il mercato italiano, con una crescita del 4,8%. I ricavi delle vendite e delle prestazioni, inclusi gli altri ricavi operativi, raggiungono i 270,1 milioni di Euro, in crescita del +8,7% rispetto ai 248,4 milioni di Euro del 30 giugno dello scorso anno.

L'utile netto normalizzato è pari a 23,8 milioni, +19,7 percento. Indebitamento finanziario netto pari a 44 milioni di euro al 30 giugno 2018, in diminuzione rispetto ai 59,4 milioni di euro al 30 giugno 2017. Il retail ha registrato un +7,1 percento, i monomarca wholesale un +12,4 percento, mentre i multimarca wholesale un +10,7 percento.

E ancora: "L'ottimo riscontro sulle collezioni Primavera Estate 2019 sia dell'uomo, vendite ormai concluse, che della donna in piena campagna, ci porta ad avere una visione molto positiva per il 2019 dove immaginiamo una crescita a doppia cifra". "Immaginiamo - conclude - un 2018 in crescita a doppia cifra sia dell'Ebitda (margine operativo lordo) che dei profitti". I vertici di Brunello Cucinelli hanno segnalato che il buon andamento delle vendite Autunno Inverno conferma l'ottimismo per la seconda parte dell'anno.