Europei, Matteo Trentin vince la prova in linea

Regolare Commento Stampare

La selezione che ci si aspettava arriva grazie ad una caduta, a una decina di chilometri dal traguardo: l'olandese Lammertink prende male una curva in discesa e scivola sulle transenne, portando con se lo svizzero Albasini, forse il più temibile in volata, il francese Perichon, il tedesco Denz e il belga Meurisse. Ritiro per il campione del mondo. "Non voglio dimenticare nessuno, è una grandissima giornata", le parole di Trentin a fine gara. Dietro non hanno reagito quelli come Germania, Gran Bretagna e Norvegia rimasti fuori e così se la sono giocata quelli. "Ci eravamo parlati con Cimolai, doveva attaccare per portare i migliori allo scoperto - ha aggiunto l'azzurro -".

Gli azzurri di Davide Cassani sono stati capaci di fare la gara perfetta nonostante il Belgio schierasse al via un "tridente d'attacco" molto pesante composto da Jasper Stuyven, Wout Van Aert e Greg Van Avermaet. Grande prova di Davide Cimolai, che ha ottimamente condotto il finale per Trentin.

Il successo di Trentin a Glasgow. Gli azzurri tengono sempre il ritmo, si alternano e proteggono Trentin. E ancora: argento nel Fuoristrada XCO uomini con Luca Braidot; l'oro di Marta Bastianelli nella prova in linea su strada e, appunto, l'oro di oggi di Trentin nella prova maschile su strada. Sapevamo che Elia (Viviani, ndr) sarebbe stato controllato e sapevamo anche che c'erano Colbrelli e Trentin - prosegue Cassani - Con Matteo, in particolare, dopo la sua stagione fino ad ora sfortunata, abbiamo programmato l'avvicinamento e questo appuntamento. In carriera ha vinto una tappa al Giro d'Italia, due al Tour de France e quattro alla Vuelta, inoltre ha conquistato due edizioni della Paris Tours. Così il Campionato Europeo di ciclismo su strada [VIDEO]si è dipinto per la prima volta di azzurro.