Caporalato: Conte e Martina sulla stessa linea contro lo sfruttamento dei braccianti

Regolare Commento Stampare

"I 12 deceduti ieri viaggiavano probabilmente in piedi e stipati, complessivamente in 14, dentro un furgoncino che poteva portare al massimo otto persone".

Nel 1997, ora sono 21 anni fa, pubblicai il romanzo sociale "Cira e le altre, braccianti e caporali". E che la notizia della morte di giovani migranti sui campi, sia una non notizia. "E va combattuta strenuamente con interventi seri". "Nei procedimenti penali che avranno ad oggetto la persecuzione del caporalato noi ci saremo a sostegno della pubblica accusa con gli strumenti che il codice di procedura penale mette a disposizione". Perché è agosto e l'anguria ci piace e chissenefrega. Quando andremo a comprare le mele e col fresco, forse, potremo pensare a quell'esercito di 430mila persone, sfruttate, schiavizzate, sommerse, che producono un giro d'affari di 4,8 miliardi di euro.

Solo in agricoltura il tasso di irregolarità dei rapporti di lavoro è pari al 39%, spiegano i tecnici della Flai Cgil. "Questo è un problema di mafia".

La formulazione del reato stabilisce la reclusione da uno a sei anni e una multa da 500 a 1.000 euro per ogni lavoratore reclutato.Il provvedimento prevede l'assegnazione al Fondo antitratta dei proventi delle confische ordinate a seguito di sentenza di condanna o di patteggiamento per il delitto di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro e estende le finalità del Fondo antitratta anche alle vittime del delitto di caporalato.

Dalle insalate di Bergamo alle angurie di Nardò, passando per le arance di Rosarno, il fenomeno del caporalato e dell'economia "non osservata" in agricoltura è un comune denominatore.

Per questo non facciamo appello alle Istituzioni, le quali conoscono i loro doveri e se non li adempiono ne risponderanno davanti a chi democraticamente li giudica e controlla. Inoltre, ricorda, Coldiretti non è collaborativa nel fornire i dati necessari per mappare il fenomeno. Per questo - continua - occorre affiancare le norme sul caporalato all'approvazione delle proposte di riforma dei reati alimentari presentate dall'apposita commissione presieduta da Giancarlo Caselli, presidente del comitato scientifico dell'Osservatorio Agromafie promosso dalla Coldiretti. La Makers Unite, azienda olandese, ha deciso di riutilizzare proprio i giubbotti salvavita per un progetto di inclusione sociale che coinvolge quei rifugiati che i giubbotti li hanno indossati realmente.

Ora due numeri: sono 171mila i migranti arrivati in Italia nel 2017. E come se non bastasse ci sono altre vessazioni. Grazie anche a quella che chiamano Europa Unita... Perché nella politica a colpi di tweet, dare addosso al "nero" produce tanti "cuoricini", aumenta la propria brand reputation sul web, gli hashtag volano, si da l'impressione di essere politicamente efficaci.