Il Decreto Dignità è legge. E in Senato scatta la bagarre

Regolare Commento Stampare

I contratti a termine che superano i 12 mesi e per i quali non vengono riportate le causali (le motivazioni che rendono plausibile l'assunzione a termine) diventano automaticamente di durata indeterminata. Finora il tetto era del 20% per quelli a termine e di un altro 20% per quelli di somministrazione.

Qualche novità (come le nuove regole sui voucher e la proroga dello sgravio contributivo per gli over 35 e, sul lato fiscale, la compensazione crediti/debiti Pa) e molte correzioni (come il differimento dell'entrata in vigore della stretta sui contratti a tempo determinato) per il dl Dignità, il primo provvedimento di "peso" del Governo Lega-M5s. Se così fosse, i datori di lavoro già dal primo gennaio 2019 potranno avere da subito la possibilità di fruire delle agevolazioni contributive. Sempre in tema di Iva, i dati relativi al terzo trimestre 2018 potranno essere trasmessi anziché entro novembre, entro il 28 febbraio 2019. In caso contrario dovrà restituire i soldi ricevuti con gli interessi maggiorati del 5%. Vengono esclusi dallo "split payment" (il meccanismo anti-evasione in base al quale le amministrazioni pubbliche trattengono direttamente l'Iva che dovrebbero versare ai loro fornitori, i quali poi a loro volta dovrebbero versarla al fisco) i compensi dei professionisti assoggettati a ritenute alla fonte. Le somme derivanti dalle sanzioni applicate alle aziende che delocalizzano prima del termine saranno riassegnate a un fondo finalizzato alla riconversione dei siti produttivi andati in disuso a causa delle stesse delocalizzazioni. Condividendo l'importanza dell'obiettivo di lotta all'azzardopatia fissato dal Governo, le rappresentanze del mondo sportivo italiano hanno apprezzato la decisione del Parlamento di inserire in legge un impegno del Governo per una riforma complessiva in materia di giochi per eliminare i rischi connessi alla malattia da gioco d'azzardo e contrastare il gioco illegale e le frodi a danno dell'erario derivanti dal gioco illegale. Sarà aperto anche ai laureati in Scienze della formazione primaria. Eliminato anche il limite di 36 mesi per i precari della scuola (docenti, amministrativi, tecnici e ausiliari). Sarà obbligatorio usare la tessera sanitaria per poter accedere alle slot e agli apparecchi in modo da impedire l' accesso dei minori. Le multe saranno del 20% del valore della sponsorizzazione, con un importo minimo di 50 mila euro. Aumentate le tasse su slot e videolottery (vlt): gli introiti andranno a finanziare il bonus per le assunzioni. Sui gratta-e-vinci comparirà la scritta "nuoce alla salute" come sui pacchetti di sigarette.