" Grandi opere. Di Maio: "Governo coeso. Con Salvini troveremo accordo"

Regolare Commento Stampare

Oltre a Salvini anche Di Maio ha confermato l'intenzione del governo di avviare la pace fiscale.

Uno scontro a distanza, quindi, tra Lega e Cinque Stelle sulle infrastrutture più importanti del Paese, inclusa la Pedemontana che, a Como, significa il completamento della tangenziale rimasta a metà e lunga appena 2,4 chilometri. Lo afferma in una intervista al Corriere della Sera, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro.

Secondo Fraccaro, "va ascoltata la volontà dei cittadini, le grandi opere non si possono certo imporre con la forza".

La Tav è un'opera imporante. Che ora dovrà convincere gli alleati del Movimento 5 Stelle.

Riguardo la Tav Di Maio spiega: "la Tav?" Di risparmi sul versante italiano se ne possono fare e dunque di revisione ha senso parlare. Bloccarla è un altro paio di maniche. Infine, interrogato sulle distanze tra M5s e Lega risponde: "Ci sono sensibilità diverse ma abbiamo definito nel dettaglio l'azione di governo prima di partire proprio per procedere in modo coeso. Ma su qualche cosa dobbiamo metterci d'accordo". Non ci sono altre infrastrutture in grado di allentare la presa delle mani russe sul gas europeo. "Siamo in Italia e vige la legge italiana", ha detto Salvini rispondendo ad una domanda dei giornalisti sui disordini registrati negli ultimi giorni nella moschea di viale Jenner a Milano.

Quanto alla Tav, per Salvini "il discorso è più lungo". Aspetto i risultati degli studi. Sia chi ha cartelle di Equitalia sino a 100.000. Ai treni ad alta velocità tra Torino e Lione si potrebbe dire Sì "se costassero tra 2 e 4 miliardi". Per l'esponente pentastellata, "è la carenza di questo genere di investimenti che ha provocato una perdita ulteriore di posti di lavoro al sud di 300mila unità durante gli anni della crisi". Le priorità del Paese sono altre: "Strade sicure, ferrovie, scuole, ricerca, università, bonifiche, anti dissesto idrogeologico, energia pulita".

A questo attacco Salvini non ha fatto mancare una pronta risposta mediante i social network, come è solito fare anche per condividere i fatti che gli stanno più a cuore con i suoi sostenitori e follower.