Tragedia in Svizzera, aereo precipita sulle Alpi: tutti morti i passeggeri

Regolare Commento Stampare

Il velivolo apparteneva alla compagnia Ju-Air, era un mezzo storico fabbricato tra il 1921 e il 1952. L'incidente avviene a poche ora da un altro schianto sulle Alpi svizzere: un piccolo velivolo da turismo è precipitato in un bosco della Svizzera centrale poco dopo il decollo.

L'aereo è di proprietà della compagnia aerea svizzera con sede vicino a Zurigo, Ju-Air. "Purtroppo non sono mai arrivati". Cinque sarebbero gli elicotteri che in queste ore stanno partecipando alle operazioni di salvataggio; intanto lo spazio aereo sul luogo della catastrofe è stato chiuso.

Nel pomeriggio la polizia ha fornito ulteriori informazioni, confermando che nell'incidente non ci sono superstiti e che tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio sono morti.

Le vittime, tra i 42 e gli 82 anni, sono quasi tutte svizzere, tranne una coppia austriaca. Venerdì scorso, dopo l'arrivo a Magadino, una piccola frazione del Canton Ticino, i turisti hanno fatto un'escursione in una grotta a Meride e si sono poi spostati a Lugano dove hanno trascorso la notte. Sabato hanno visitato il mercato di Porlezza (località turistica della provincia di Como) e hanno pranzato.

L'aereo precipitato ieri in Svizzera. Rientrati a Magadino, hanno ripreso il volo diretti a Dübendorf. Il PIz Segnas si trova invece tra il Cantone Glarona e i Grigioni, a metà del tragitto che doveva compiere il velivolo. L'amministratore delegato Kurt Waldmeier ha detto ai giornalisti che l'aereo aveva subito l'ispezione di manutenzione a luglio.

Andando più indietro nel tempo, le pagine più nere dell'aviazione svizzera portano al 10 aprile 1973, quando un Vanguard della Invicta si schianta al suolo a Hochwald (SO) facendo 108 vittime e al 4 settembre 1963, data in cui a Dürrenäsch (AG) un Caravelle della Swissair si schianta in seguito ad un incendio sviluppatosi a bordo.