Abusavano del figlio e lo vendevano ai pedofili sul dark web: condannati

Regolare Commento Stampare

La Germania è sotto choc per un fatto di cronaca che ha come protagonista una famiglia. Una storia dell'orrore che ha scandalizzato la Germania negli ultimi tempi e che ora giunge a una parziale conclusione. Un giudice di Friburgo ha condannato una coppia di genitori, rei di aver ripetutamente abusato e venduto il figlio ai pedofili del deep web, che come vi abbiamo più volte spiegato su queste pagine è un vero e proprio mercato d'oro per le attività illegali.

Ha consentito che il figlio, un bambino che oggi ha 10 anni, subisse sistematicamente abusi sessuali, in cambio di denaro, e adesso la madre dovrà scontare dodici anni e sei mesi di carcere. Per il 39enne, è previsto anche un periodo di "detenzione preventiva" che potrebbe rimandarne la scarcerazione.

La notizia ha catalizzato l'attenzione mediatica nel Paese, dove per molti la sentenza di condanna è stata ritenuta eccessivamente lieve, mentre tra i commenti sui social network molti ne chiedono "la pena capitale", pratica naturalmente vietata in terra tedesca.

Altre sette persone sono state arrestate per questo caso e condannate in processi separati, in quanto violentatori, pedofili e clienti della coppia. La mancata denuncia della donna ha portato il tribunale a non fornirle alcuna attenuante. Il bambino è stato affidato in adozione, aveva appena 9 anni all'inizio del processo. I contatti avvenivano attraverso i siti del cosiddetto 'dark web'.