Legionella | cos'è e come si diffonde l'infezione che ha colpito 50 milanesi

Regolare Commento Stampare

Lo ha comunicato l'Ats Città Metropolitana nell'aggiornamento quotidiano specificando che delle nuove persone colpite dall'infezione, una è stata ricoverata all'Ospedale Bassini e l'altra al Niguarda. La malattia, che consiste in un'infezione scatenata dal batterio Legionella pneumophila, ha come sintomi difficoltà respiratorie di vario tipo, tra cui tosse e presenza di catarro, dolore al petto, mal di testa, aumento del ritmo respiratorio, febbre, brividi e dolori muscolari.

"La situazione rimane complessa, tre nostri concittadini hanno perso la vita per le complicazioni arrecate dal batterio e, ad oggi, ancora diversi malati sono ricoverati presso gli ospedali", ha spiegato Cairo. L'analisi delle acque interesserà anche gli impianti centralizzati e un campione di appartamenti negli stabili.

Giovedì scorso il consigliere del Municipio 9, militante di Forza Italia, Maurizio La Loggia, si è sentito poco bene. Il mandato è quello di procedere - con tuta, mascherina e prodotto adatto - alla bonifica di tutti gli impianti delle case dove vivono over 65, maggiormente a rischio di contagio.

Le autorità di Bresso stanno procedendo a effettuare i controlli necessari e a mettere in sicurezza l'area. Tredici sono i campionamenti effettuati dal consorzio negli scorsi giorni sulla rete idrica. Presso i laboratori di prevenzione di Ats, sono in corso di analisi 396 campioni prelevati presso 37 abitazioni e 29 siti sensibili esterni. La differenza è che allora i pazienti erano stati segnalati in più mesi e solo un caso si era rivelato mortale.

Salgono a 42 le persone contagiate (fra queste i morti sono tre anziani) dall'ondata di Legionella che in queste settimane ha colpito Bresso, cittadina alle porte di Milano. La procura di Milano ha avviato gli accertamenti per capire quale sia la differenza tra il contagio attuale e quello passato.