Grande attesa per la Luna di Sangue: dove sarà possibile vedere l'eclissi?

Regolare Commento Stampare

Un incredibile fenomeno naturale che ci costringerà a tenere gli occhi sollevati al cielo. Gli itinerari e le iniziative proposte sono innumerevoli e venerdì 27 luglio alle ore 20.30 nel piazzale della chiesa di Muggia Vecchia, Viaggiare Slow ha organizzato il ritrovo per un evento imperdibile. 1 ora dopo il satellite entrerà nella zona d'ombra.

Dalle ore 21 alle 24 si potrò prendere parte a una serata di osservazione pubblica nel cuore dell'antico impero romano, a pochi passi dall'Anfiteatro Flavio e dall'Arco di Costantino. Il termine del tutto è previsto all'1 e 28 minuti.

Quella del 27 luglio sarà una notte da segnare sul calendario, in quanto ci sarà anche Marte a dare spettacolo, poiché si troverà in opposizione al Sole e sarà così ben visibile in cielo come non accadeva dal 2003.

Tornando alla nostra Luna di Sangue del 27 / 28 luglio. Questo significa che anche Marte "parteciperà" all'eclissi, offrendo uno spettacolo astronomico non indifferente. La visibilità dell'eclissi a occhio nudo inizierà a Venezia alle 20.23 quando il disco della Luna (circa mezzo grado di diametro apparente) farà il suo ingresso nell'ombra della Terra.

Ma perché durante un'eclissi la Luna diventa completamente rossa e non solo scura? La totalità dell'evento si svolgerà dalle 19.13 alle 02.31, ma sarà dalle 21.30 alle 23.14 che potremo osservare l'eclissi vera e propria.

"Si può definire un'eclissi per famiglie, perché il periodo e l'orario sono i più indicati per l'osservazione", spiega all'ANSA Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). In quel momento, essa si tingerà di rosso regalando uno spettacolo eccezionale. In questo tratto dell'orbita la Luna si muoverà più lentamente rispetto a quando si trova in altri punti della sua traiettoria, come ci insegna la II legge di Keplero, dilatando i tempi di passaggio nel cono d'ombra terrestre. Sarà molto lunga e sarà visibile anche in Italia. In termini astronomici, si parla qui di "grande opposizione", roba da astrofili per spiegarla, va bene anche da profani per ammirarne la bellezza.

L'eclissi si vedrà perfettamente non solo dall'Europa, ma anche in Africa e in Asia, parzialmente in Australia e in Sudamerica. Nonostante le eclissi lunari sono un fenomeno piuttosto frequente, se ne registrano in media tre ogni due anni, quella di venerdì sarà la più lunga di tutto il Ventunesimo secolo.