Trump attacca l'Ue per Google, 'si approfitta di noi'

Regolare Commento Stampare

Lo ha detto Vladimir Putin, il presidente della Federazione russa nell'odierno incontro con gli ambasciatori russi, sottolineando che coloro che cercano di includere Ucraina e Georgia nell'Alleanza, dovrebbero pensare alle conseguenze di una tale politica. Il classico "correttivo" istituzionale per non creare più danni di quanto già non siano stati fatti, visto che Wall Street ha subito fatto scendere gli indici per il "timore" sulle interferenze della Casa Bianca. Definendo l'Unione europea "un nemico", il presidente Stati Uniti ha praticamente sconfessato il concetto stesso di occidente. Google si è difesa sostenendo che "Android ha creato più scelta per tutti, non meno: un ecosistema fiorente, innovazione rapida e prezzi più bassi sono le caratteristiche classiche di una forte concorrenza".

Il summit di Helsinki, e il possibile secondo summit a Washington, avvengono pur mentre l'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller continua imperterrita. In particolare quando avviene tra questi due paesi. E la sua conferenza stampa a Helsinki, piena di gentilezze verso Putin, ha indignato molti anche dentro il partito repubblicano. Poi ha reagito, con ovvia incredulità "Quello sarà interessante!" Una decisione, questa, di cui il presidente si è detto "non contento". "Come sempre, non si gioca alla pari", scrive Trump, che poi è tornato ad attaccare la Federal Researve, come fatto ieri in un'intervista alla Cnbc, in cui criticava il rialzo dei tassi. Due giorni fa il NYTimes ha rivelato che Kelly in persona ha sollecitato i leader repubblicani a esprimersi contro la politica amichevole del presidente verso Putin.