Torino, Cairo: "Questa la più importante campagna acquisti mai fatta"

Regolare Commento Stampare

"Con l'arrivo di Ronaldo la Serie A ha assunto una dimensione molto più importante, ha acquistato una luce molto importante: l'interesse si è propagato su tutte le squadre, non solo sulla Juve". Ma il discorso torna velocemente sulla campagna acquisti del Torino: "In questa sessione di calciomercato, tra acquisti e riscatti, il Torino ha speso 49 milioni: è la più importante campagna acquisti che io abbia mai fatto".

C'è poi il derby ad animare un Toro che chiude il ritiro di Bormio con due amichevoli, domani contro la Pro Patria e domenica con il Renate, ma il pensiero corre già a CR7. "Abbiamo sei centrali di difesa, anche se due di essi si sono fatti male (Bonifazi, operato da pochi giorni per un'ernia, e Lyanco, che si sta allenando in Brasile per recuperare dal vecchio infortunio, ndr)". "Il Toro un tempo lottava per non retrocedere - ricorda Cairo - e oggi siamo cresciuti, a partire dal settore giovanile, e lottiamo per obiettivi più importanti". "Abbiamo anche tutti giocatori di proprietà". Va bene comprare giocatori importanti, ma poi in fin dei conti si gioca in 11 e la panchina demotiva i calciatori: "lo stesso Mazzarri mi ha chiesto solo un acquisto in difesa e forse a centrocampo, davanti siamo assolutamente coperti". A osservare il lavoro di Belotti e compagni l'occhio vigile di Urbano Cairo, che sta seguendo da vicino la squadra allenata da Walter Mazzarri. Belotti? Ha un bell'atteggiamento, è molto propositivo, ma come lui anche altri.