Milan, Scaroni nuovo presidente: "È un grandissimo onore per me"

Regolare Commento Stampare

Per me si tratta di un grande onore. L'assemblea ha approvato la delibera a maggioranza. Il Cda resterà in carica per tre esercizi, ovvero fino al 30 giugno 2020.

Insieme a Fassone appare scontata anche la fine del rapporto di lavoro che lega Massimiliano Mirabelli alla società rossonera nonostante manchi meno di un mese alla fine del calciomercato. Sono "fatti solo recentemente venuti all'attenzione - ha spiegato agli azionisti una rappresentante della proprietà -, sono in corso nuovi approfondimenti, e Rossoneri Sport Investment Lux si riserva ulteriori valutazioni per la tutela dei diritti propri e della società".

Paolo Scaroni proposto amministratore delegato ad interim del club.

Nei confronti di Yonghong Li, invece, vengono contestate le "iniziative e dichiarazioni pubbliche lesive per l'immagine e la stabilità della società".

Franck Tuil, Giorgio Furlani, Stefano Cocirio, Gianluca D'Avanzo, Salvatore Cerchione e Alfredo Craca, secondo indiscrezioni che trovano conferma, saranno i nuovi membri del Cda del Milan che verrà nominato nella prima assemblea dei soci sotto la nuova gestione di Elliott, da poco iniziata in sede.

Da giorni, ormai, si susseguono voci di mercato che indicano Gonzalo Higuain come uno dei giocatori ai quali la Juventus sarebbe disposta a rinunciare per "fare cassa", specie dopo l'oneroso acquisto di Cristiano Ronaldo.

Alle ore 9.30 va in scena l'assemblea dei soci deliberata già la scorsa settimana; all'ordine del giorno diversi punti focali: la revoca degli amministratori, la nomina di nuovi consiglieri e del presidente del CdA. Come spiega l'odierna edizione di 'Tuttosport', questo è il piano al vaglio dei due club: un'operazione che potrebbe portare ad entrambi reciproci vantaggi.