De Laurentiis, che bordata: "Ronaldo viene a fare il testimonial"

Regolare Commento Stampare

Giornata di presentazione a Dimaro per Carlo Ancelotti, nuovo allenatore del Napoli.

Ancelotti ha spiegato così i motivi del sì al Napoli. Una sfida intrigante per l'allenatore che non nasconde l'entusiasmo: "Sono orgoglioso che il presidente De Laurentiis mi abbia voluto come allenatore". Stile e filosofia resteranno gli stessi, poi ho le mie idee ma non s Altre telefonate per convincere qualche top player? "Queste sono le ragioni per cui ho entusiasmo". Il Napoli infatti è chiamato a rispondere al 'colpo del secolo' e si sogna il grande acquisto offensivo proveniente da una big estera. A tal proposito come si muoveranno gli azzurri sul mercato? Top player? Non sono sempre quelli che guadagnano di più, bensì quelli più bravi e funzionali al nostro progetto. Ho ammirato il lavoro di Sarri e non voglio cancellare quanto fatto perché sono migliorati tutti. Io ho le mie idee, ma stile e filosofia saranno quelle. Top player dal mercato? Stiamo scegliendo i profili giusti insieme alla società. Su Hamsik andremo a lavorare per metterlo nella posizione di Jorginho, di regista: lo può fare di sicuro perché ha una tecnica straordinaria. "Ma non è detto che non si possa vincere lo scudetto anche con 85". "Mertens può giocare in tutti i ruoli dell'attacco, non solo da prima punta come ha fatto bene di recente".

CRISTIANO RONALDO ALLA JUVE - "Ronaldo è tra i migliori calciatori al mondo, forse il migliore". Magari si dirà in futuro: 'Quell'anno lì sono arrivati entrambi'. "Per noi sarà una motivazione in più rivaleggiare con loro fino alla fine". Sarà l'avversario fortissimo, difficilissimo, ma non c'è solo la Juve: ci saranno Inter e altre squadre.

L'obiettivo di Carletto è preciso, a prescindere dalle rivali: "Non c'è solo la Juve, il calcio italiano ha mostrato molta incertezza, s'è deciso nelle ultime gare". Dobbiamo essere competitivi su tutti i fronti, il più lungo possibile. Se sono venuto qui è perchè ho visto una squadra molto competitiva.

E con Ancelotti in conferenza stampa è intervenuto anche Aurelio De Laurentiis che a ruota libera è partito proprio dall'arrivo alla Juve di Ronaldo. Una società che ha voglia di crescere e migliorare. Il mio tweet per Ronaldo?