Fondi Lega, esperti Bankitalia con pm

Regolare Commento Stampare

Come previsto fin da sabato, spiegano, non si sarebbero affrontati temi legati ai "procedimenti giudiziari in corso e all'operato della magistratura".

Nessun accenno alla sentenza che dispone il sequestro dei beni della Lega, nessun confronto sul delicato tema del rapporto tra politica e magistratura. Il leader della Lega, a quanto si apprende da fonti parlamentari, avrebbe infatti sottolineato al capo dello Stato che, con la sentenza della Cassazione, per il partito si pone un problema di praticabilità democratica. Il sospetto degli investigatori delle fiamme gialle è che invece quei soldi siano della Lega.

Dunque, Salvini resta in qualche modo a bocca asciutta.

Verosimilmente, Salvini notificherà a Sergio Mattarella l'intenzione, davanti al protrarsi dell'accanimento giudiziario contro la sua forza politica, di far saltare il banco del Governo con tutto ciò che una crisi al buio in piena estate e con una legge di bilancio da approvare in autunno comporterà per la stabilità politica e finanziaria del Paese. "Se pensano di mettermi paura hanno sbagliato soggetto", aveva detto smussando parzialmente i suoi attacchi ai giudici. " Questo è stato il primo commento del ministro dell'Interno dopo l'incontro, durato oltre mezz'ora". Mentre, sulla vicenda dei fondi, la difesa della Lega continua ad essere ferrea.