Alluvione in Giappone, oltre 100 morti. Si cercano i sopravvissuti

Regolare Commento Stampare

Secondo le autorità locali delle varie prefetture, si contano migliaia di utenze ancora fuori uso sia per quanto concerne l'erogazione di acqua potabile che di energia. Secondo l'agenzia governativa di gestione delle crisi, circa cinquemila tra soldati, poliziotti e vigili del fuoco sono coinvolti nella ricerca di persone intrappolate e ferite. Nel distretto di Mabicho quasi 5000 abitazioni risultano isolate e inondate, mentre più di 1000 ettari di terreno sono completamente sommersi dall'acqua. I dirigenti della Daihatsu hanno deciso lo stop nelle catene di assemblaggio dei veicoli in quattro prefetture - incluse quelle di Kyoto e Osaka - a causa delle difficoltà nel reperire i pezzi di ricambio.

Intanto il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha cancellato i suoi viaggi in Europa e Medioriente previsti per i prossimi giorni e presto visiterà le zone colpite dalle alluvioni. Il ministero dei Trasporti sostiene che le inondazioni hanno interrotto l'operatività di 17 ferrovie e 56 strade nel Giappone occidentale. Il segretario generale del Partito Liberal democratico, Toshihiro Nikai, ha incontrato Abe in mattinata e riferito alla stampa che il premier non ha avuto altra scelta che annullare il tour. Mercoledì 11 luglio il premier nipponico avrebbe dovuto essere a Bruxelles per la firma di due accordi di partnership con l'Unione Europea. "In questo momento i nostri pensieri sono rivolti ai coraggiosi primi soccorritori, ai servizi di emergenza e ai volontari impegnati nelle operazioni di soccorso - si legge ancora nella nota - che stanno facendo tutto il possibile per salvare vite e aiutare le persone bisognose".