Italia, Mancini: "De Rossi ha dato la disponibilità a tornare in nazionale"

Regolare Commento Stampare

Così il tecnico della Nazionale Roberto Mancini intervenuto al programma Balalaika di Canale 5. Mancini ha detto: "Gli italiani quando mi incontrano mi dicono che potevamo starci anche noi in Russia e viste le squadre che ci sono è un pensiero che condivido. E' un dispiacere per tutti noi guardare un Mondiale senza l'Italia ma questo è il calcio e non possiamo farci niente". Non so, intanto potrei dire Chiesa, Pellegrini, Caldara e poi un portiere, ma sono tutti così giovani. Dobbiamo avere entusiasmo e tutta la nazione deve remare dietro la Nazionale perchè quello che è successo quest'anno non deve più accadere.

Roberto Mancini guarda con ottimismo al futuro e dimostra di avere ben chiaro in mente gli obiettivi da raggiungere: "Io ho trovato giocatori molto disponibili". Adesso dobbiamo cercare di qualificarci per gli Europei e avere una squadra che possa puntare alla vittoria.

Per riscattare la cocente delusione della mancata qualificazione ai Mondiali, Mancini punta a brillare nei prossimi Europei: "Penso agli Europei". E fa anche una riflessione su sè stesso: "fare il ct è la cosa più importante della mia vita?" Dobbiamo qualificarci agli Europei quindi, oltre ai giovani, ci serve gente con esperienza. Con Mario mi sono disintossicato per 4 anni. L'ho trovato bene, disponibile e con voglia di lavorare. "Balotelli potrebbe tornare in Italia, l'ho visto molto motivato a riprendere il suo posto ad alti livelli, ma oggi come ieri dipende tutto dalla sua testa". "Se un giorno avremo bisogno di Buffon penso che lui sia disponibile e noi saremo contenti". Forse il Brasile è l'unica più avanti ma nelle altre non ci sono grandissimi campioni.