Vaccini, decade termine 10 luglio per documenti. Basterà autocertificare

Regolare Commento Stampare

La scadenza per la consegna dell'atto è il 10 luglio prossimo. A rivelare la propria maternità è il ministro della Salute, Giulia Grillo, rispondendo ad una domanda in occasione di una conferenza stampa al dicastero sulla circolare che uscirà a breve che preciserà che per mandare i propri figli a scuola sarà sufficiente, anche per il prossimo anno, autocertificare le avvenute vaccinazioni obbligatorie. Questa, a quanto si apprende, la novità inserita nella circolare che sarà presentata domani al ministero della Salute da Giulia Grillo e dal collega del Miur, Marco Bussetti.

"La chiarezza è tanto più necessaria alla luce di numerose notizie, diffuse dai mezzi di informazione, in cui si racconta, con eccessiva leggerezza a mio avviso, di "proroghe" o di "congelamento di termini": termini che - è bene ribadire - sono tuttora previsti con legge dello Stato". Per monitorare la situazione e la regolarità delle autocertificazioni, scrive La Repubblica, si prevede di fare dei controlli a campione. Una possibilità che sarà valida per tutto l'anno scolastico 2018-2019, e che sarebbe motivata dal ritardo che portano alcune regioni nell'acquisizione dei dati sulle vaccinazioni e sulla conseguente stesura dell'Anagrafe nazionale previsto dalla Legge Lorenzin. L'obiettivo prioritario del Governo sul tema delle vaccinazioni, ha infatti chiarito, "è in questo momento rappresentato dalla volontà, da una parte, di alleggerire gli oneri ricadenti in capo alle famiglie senza che vengano in alcun modo compromesse le positive finalità di prevenzione che vanno riconosciute, senza alcun dubbio, alle vaccinazioni; e, dall'altra, di consentire a tutti i minori di poter frequentare gli asili nido e le scuole dell'obbligo".