Lite in discoteca, accoltellato il figlio di Simona Ventura

Regolare Commento Stampare

Nel frattempo le condizioni del figlio di Simona Ventura migliorano. Lunedì mattina, 2 luglio 2018, i fermi sono stati confermati dal pm.

Il giovane è uscito dal locale Old Fashion alle 5 del mattino dopo una nottata con gli amici e - nel difendere un amico aggredito - è stato colpito con nove coltellate. Nel corso dell'interrogatorio ha respinto le accuse. Il padre di Niccolò, Stefano Bettarini ha militato come giocatore nel Bologna nella stagione '98/'99. Eseguiti tutti i necessari accertamenti, è in programma nei prossimi giorni un intervento per la lesione (a un nervo) riportata all'arto superiore.

Nel frattempo i genitori del ragazzo, già popolare sui social e che sogna un futuro da calciatore, fanno sapere che si sta riprendendo. Nella sua vita privata non mancano liaison bollenti che lo hanno iscritto, nel volgere di pochi click, tra le star dei social più ricercate in Italia. Questa mattina avrà luogo una conferenza stampa durante la quale saranno forniti maggiori dettagli sui quattro fermati. Gli inquirenti sono riusciti ad individuarli grazie soprattutto alle testimonianze dettagliante degli amici del 19enne ferito. Fuori, uno dei ragazzi ha estratto un coltellino per minacciare il militare.

Niccolò Bettarini non è in pericolo di vita, nonostante sia stato raggiunto da undici coltellate.

Un amico di Niccolò Bettarini ha assistito alla scena e ha riconosciuto gli aggressori. "Spero che in galera ci stiano anni", ha dichiarato alla polizia. Si tratta di due italiani rispettivamente di 24 e 29 anni e due cittadini albanesi di 23 e 29 anni. Ad annunciarlo, mamma Simona Ventura in un post su Instagram.

Dalle ultime indiscrezioni, sembra che Niccolò Bettarini, dopo aver trascorso la serata nella discoteca milanese Old Fashion, si stesse accingendo a riprendere la macchina, parcheggiata nei pressi della Triennale, per tornare a casa.

Ha cercato di aiutare un suo amico che circa tre settimane prima era stato vittima di insulti e discussioni pesanti da parte di quel gruppetto incontrato anche sabato notte nello stesso locale: per questo motivo Niccolò Bettarini si è trovato inserito nella querelle che purtroppo ha avuto esiti ben peggiori.