Antonello: "Offerte indecenti per Mauro Icardi? Ad oggi nessuna"

Regolare Commento Stampare

"Mauro è il capitano dell'Inter e da entrambe le parti c'è la volontà di discutere il rinnovo".

GAP - "I tifosi hanno dimostrato un attaccamento alla squadra molto forte, entusiasmo molto alto, ma noi come manager dobbiamo tenere i piedi per terra". Ci aspettiamo grande spettacolo in entrambe le competizioni. Il primo obbiettivo del nostro progetto era tornare in Champions, è stato raggiunto, ora vogliamo ridurre il gap dalle altre tre squadre che ci son arrivate davanti. Tanti i temi toccati: dallo spinoso caso-Icardi al rinnovo di Spalletti, dalle plusvalenze al mercato, dalla situazione del Milan fino agli obbiettivi del prossimo anno.

"L'obiettivo primario è di ridurre il gap, se vediamo la classifica della scorsa stagione i punti di distanza tra noi e la Juve erano molto significativi, quindi vogliamo ridurre il gap e faremo di tutto per migliorare i risultati dell'anno scorso".

Intervenuto sulla questione relativa ai cugini rossoneri, Antonello ha dichiarato di voler pensare all'Inter, ma non ha risparmiato una frecciatina al Milan. "Nelle prossime settiana ci incontreremo per percorrere questa strada, speriamo con la massima soddisfazione di entrambi le parti". A Malpensa e Linate sono da poco sbarcati calciatori quali Stefan De Vrij, Kwadwo Asamoah, Lautaro Martinez, Radja Nainggolan e per ultimo Matteo Politano che deve ancora sostenere le visite mediche. Cancelo? Non c'erano le condizioni per trattenerlo. Ad oggi nessuna - le sue parole su Gr Parlamento -. "Ora però stiamo comunque costruendo una squadra competitiva". Avremo un incontro nelle prossime settimane.