Terremoto in Emilia, scossa di magnitudo 3.6 vicino a Modena

Regolare Commento Stampare

Poi alle 10.10 ancora una scossa di magnitudo 2.8. Non ci sono altre scosse da segnalare oggi in Italia. Nessuna segnalazione in questo caso, a differenza del terremoto modenese, e soprattutto non vi sono danni da segnalare su cose, strade, persone o edifici: sotto il profilo dei dati tecnici, il terremoto "plurimo" nelle Marche ha visto un ipocentro di 9 km di profondità media, con i comuni coinvolti che risultano essere secondo i dati dell'INGV Pieve Torina, Muccia, Pievebovigliana, Fiordimonte, Serravalle di Chienti, Monte Cavallo, Camerino, Fiastra, Acquacanina, Sefro, Visso, Pioraco, Ussita, Bolognola, Fiuminata, Castelraimondo, Caldarola, Serrapetrona, Cessapalombo, Preci.

Si tratta della sedicesima scossa (considerando solo quelle di magnitudo uguale o superiore a 2) registrata nella zona dopo la prima e più forte di magnitudo 3.6 avvenuta alle 9:32 di ieri.

Nelle minuti successivi il terremoto di magnitudo 3.6, Ingv ha registrato tre scosse di assestamento avvenute tutte nella medesima zona, ovvero con epicentro tra i 3 e i 5 km dal comune di Pievepelago, in provincia di Modena.

Terremoto oggi a Modena, Emilia Romagna: ultime scosse INGV, sisma M 3.6 a Pievelago. Alle 12:53, sisma di magnitudo 2.2 nel distretto Tirreno meridionale, con ipocentro a 123 km. Alle ore 20.57 terremoto di magnitudo 2.1 a Ragalna, in provincia di Catania, con ipocentro profondo 8 chilometri.