A Pontida mix di magliette verdi e blu

Regolare Commento Stampare

Per questo il mirino è già puntato sulle prossime elezioni europee.

Tra gazebo bianchi, uno per ogni regione italiana, è il blu a fare da sfondo al nuovo corso della Lega. I più giovani hanno passato la notte accanto al "sacro prato". Secondo gli organizzatori, almeno 200 pullman organizzati sono arrivati a Pontida. Sui migranti soprattutto. È "ingenuo", lo ha ammonito il Cavaliere, pensare che i "paesi del gruppo di Visegrád o la Csu tedesca" possano essere nostri alleati.

È il primo raduno della nuova Lega di governo. Il governo tiene? "Con i ministri che hanno la delega, Toninelli e Di Maio, siamo in perfetta sintonia, poi ognuno è libero di esprimere le sue opinioni ma i porti italiani sono chiusi ai trafficanti di esseri umani".

"Sono contento e soddisfatto del lavoro del Governo Lega-M5S". Contano i fatti, ha aggiunto. Mentre si susseguono gli interventi dei presidenti di regione del centrodestra, sulla collina di Pontida di fronte al pratone dove si sta svolgendo il raduno della Lega è comparso uno striscione con la scritta "Secessione". "Nord e Sud hanno vocazioni e interessi diversi ma senza il Nord il Sud e' sempre piu' isolato e senza il Sud il Nord non va da nessuna parte": a Pontida, invitato, c'è anche il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Chiude il programma il leader del Carroccio, Matteo Salvini.

Giorgetti: in Italia non abbiamo più opposizione, popolo con noi. Se dalla lista degli invitati si capisce molto del festeggiato, l'esordio di un governatore siciliano, Nello Musumeci, sul prato leghista, è la scelta più significativa.

Arrivando a Pontida, Salvini ha affrontato anche il tema delle Europee: "Le Europee dell'anno prossimo saranno un referendum fra l'Europa delle élite, delle banche, della finanza, dell'immigrazione e del precariato, e l'Europa dei popoli e del lavoro". Proveremo a rispettare vincoli e regole dell'Unione Europea. "Io rinnovo l'impegno a cancellare la legge Fornero, come legge ingiusta disumana e profondamente sbagliata". "Altrimenti vincono loro, quelli per cui non esistono i confini, non esistono regole, esistono solo diritti ma non doveri".

"Non siamo qui per portare via diritti a nessuno. È una Lega che non cresce solo lei ma fa crescere tutti", ha sottolineato poi il vicepremier.

Salvini: "Avviso ai mafiosi, la pacchia e' finita". "Oggi c'è una terza nave che prenderà la via di un altro Paese e ce ne saranno anche una quarta una quinta e così via", ha detto.

Salvini: "Governeremo 30 anni per un'Italia orgogliosa".

NOLA- Undici "nolani" in campo per la Lega di Salvini. "È l'inizio di una guerra che combatteremo con tutte le armi che la democrazia mette a disposizione", aggiunge. All'Europa dico: "'Bevetevela voi!'". "L'accoglienza è volontaria per gli altri e quindi anche per noi".