Merkel a Conte: "Bozza Ue sarà accantonata"

Regolare Commento Stampare

Così, spiega ancora il premier, "al centro della discussione sull'immigrazione ci sarà la proposta italiana e se ne discuterà insieme alle proposte degli altri Paesi". Per Salvini i punti fondamentali da discutere nelle prossime settimane sono quattro: il potenziamento di Frontex, una road map per la stipula di ulteriori accordi con i paesi nordafricani, un sistema europeo dell'accoglienza e, infine, rimpatri più veloci nei paesi di provenienza. "Nessuno - conclude Conte - può pensare di prescindere dalle nostre posizioni".

Le ho confermato, ha proseguito il Premier, "che per me sarebbe stato inaccettabile partecipare a questo vertice con un testo già preconfezionato".

Dopo l'incontro con il polacco Tusk, presidente del Consiglio europeo, Conte ha fatto il punto a Palazzo Chigi, in vista del vertice di domenica, con i suoi due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Cosa prevede la proposta di Roma?

Roma, 20 giu. - "Sta lavorando benissimo il presidente del Consiglio Conte, abbiamo una riunione oggi pomeriggio per la proposta italiana". "Conte andrà a Bruxelles". Macron ha difeso la linea francese sui migranti "per la quale non dobbiamo arrossire", ha detto. Anche in questo caso il tema sarà l'immigrazione e la gestione dei flussi.

Ma Conte ha tenuto molto alta nell'agenda del primo faccia a faccia a Berlino anche la difficile situazione dell'economia del Paese, sollecitando tra l'altro "più condivisione dei rischi" in Europa e un miglioramento della convergenza nell'eurozona.

"Sono offensive e fuori luogo.la vera ipocrisia è di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia e vuole farci la morale sul diritto sacrosanto di chiedere un'equa ripartizione dei migranti".

Intervenendo poi ad Agorà Salvini ha detto: "Io sono ottimista e penso che troveremo un accordo soddisfacente sulla protezione delle frontiere esterne con tutti". E proprio sul servizio pubblico, c'è quasi da scommetterci, si potrà vedere un nuovo scontro tutto interno al governo. "Apprezziamo la disponibilità della Germania, ma anche in questo campo l'Europa deve dare prova di concreta solidarietà". Si va verso "meccanismi flessibili congiunti per le riammissioni dei migranti"; "controlli dei viaggi in uscita alle stazioni di treni, bus e aeroporti"; oltre "all'obbligo per i richiedenti asilo di restare nei Paesi competenti", pena sanzioni.