F1:Francia, 3/e libere, Bottas davanti

Regolare Commento Stampare

E, se mi è concessa un'opinione estrema, se a Lecrerc la Ferrari darà gli stesso materiali di Sebastian Vettel, il ventenne Charles non faticherà molto a metterselo dietro. Maestoso Leclerc che si prende la top-10 per la prima volta in carriera.

La corsa sarà da vedere. Peccato (come al solito) per un Kimi distratto, assente nei momenti decisivi, mai convincente alla guida della sua Rossa. "Comunque sono tranquillo, abbiamo una strategia diversa dalla Mercedes in gara, vedremo come andrà". La Q2 parte con l'incombente pericolo pioggia, tutti in pista quindi per scongiurare problemi. A pochi minuti dalle qualifiche ufficiali il cielo sembrava minaccioso, ma la pioggia tardava a precipitarsi su piloti e addetti ai lavori. Hamilton è imprendibile e fa il miglior tempo con le supersoft mentre Vettel è secondo con le ultrasoft. Tranne il sottoscritto che, fidandosi solo del cronometro e prevedendo che in Francia (la gara torna dopo 10 anni e dopo 28 al circuito Paul Ricard di Le Castellet) la Mercedes avrebbe portato l'evoluzione 2 del motore.

Esclusi dalla Q3 nell'ordine: Ocon, Hulkenberg, Perez, Gasly, Ericsson.

- Comincia il Q3 con Hamilton subito velocissimo e in testa davanti a Bottas, Vettel, Verstappen, Ricciardo e Raikkonen. Sfortuna per Grosjean che ha danneggiato subito la sua monoposto andando a sbattere in curva 5 con la sua Haas sulle barriere e partirà decimo. Se Hamilton ieri aveva prudentemente sospeso il giudizio, Bottas si era invece già espresso in termini lusinghieri nei confronti di questa novità tecnica, poi suffragato anche dagli esiti della pista.

Stavolta neppure le Red Bull hanno brillato, nonostante la loro stabilità contribuisca a dare più confidenza in situazioni difficili.

Carlos Sainz continua ad essere l'unico dei piloti non dei top team ad essere sempre entrato in Q3.