Pallotta: "Non sono preoccupato, la Roma non c'entra nulla"

Regolare Commento Stampare

"Siamo rattristati e costernati dalle notizie e dagli arresti". Quanto successo adesso può portare il progetto ad interrompersi, anche se in tal senso arrivano, rassicuranti, le parole di Pallotta: "Non sono preoccupato, la Roma non c'entra nulla, non abbiamo fatto nulla di male".

Duro risveglio per il presidente della Roma, James Pallotta, che soggiorna nella Capitale per una breve vacanza. "Tutto ciò non avrà alcuna influenza sullo Stadio". Le cose successe stamattina non coinvolgono la Roma. Parnasi non l'ho sentito, non credo che abbia il telefono in galera. Il numero uno giallorosso, dopo l'operazione che questa mattina ha portato all'arresto di nove persone legate al progetto stadio, ha commentato amaro: "Non vedo perché questa cosa debba riguardarci". In passato Pallotta aveva ipotizzato la vendita della società in caso di mancata costruzione dello stadio. - Allora verrete a trovarmi a Boston.ma non capisco perche' si dovrebbe fermare il progetto, ne verremo fuori - E' ottimista? "Quando l'ho detto?." si è schermito oggi, prima della battuta che lascia intendere un disimpegno.