Governo, nominati 6 viceministri e 39 sottosegretari: in squadra anche 6 campani

Regolare Commento Stampare

Sono stati nominati ieri dall'esecutivo nazionale i sottosegretari e viceministri della squadra di governo del premier Giuseppe Conte.

Governo: la lista dei 45 sottosegretari.

Il mosaico delle nomine nel governo giallo verde è ormai completato.

Roma. Nessun ministro ed ora nessun sottosegretario per la Calabria nel governo "giallo-verde". Il presidente del Consiglio ha assicurato che "dal punto di vista umano ci metteremo qualcosa in più, ci metteremo il cuore per cercare di non lasciare disattese le tante speranze raccolte in questi mesi".

Delle 45 persone nominate, soltanto 6 sono donne (tra i ministri le donne sono 5 su 18). Sottosegretari al Mef saranno invece Massimo Bitonci e Alessio Villarosa.

Agli Affari regionali, Stefano Buffagni, figura molto vicina a Di Maio, tanto da essere proposto per il Ministero del Tesoro o per quello del Lavoro. Entrambi però ricopriranno anche altre cariche. La delega a Pari Opportunità e Giovani è stata assegnata invece al deputato M5S Vincenzo Spadafora, nominato anche lui sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Al Ministero dell'Interno, per la sua natura particolarmente delicata, non sarà affidato un viceministro ma quattro segretari, suddivisi equamente tra Lega e M5S.

ESTERI: Emanuela Claudia del Re; Manlio Di Stefano; Ricardo Antonio Merlo; Guglielmo Picchi. Giustizia: Vittorio Ferraresi; Jacopo Morrone.

Al momento sono ufficialmente sottosegretari, ma non si esclude il passaggio a viceministri. Al posto del primo andrà Federico D'Incà, (M5s) mentre per la seconda casella in pole position c'è Raffaele Volpi (Lega) anche se il Carroccio vorrebbe offrirla a Fabio Rampelli, capogruppo di Fdi, per rafforzare la vicinanza del partito della Meloni al governo, pur non stando nella maggioranza.

Allo Sviluppo economico vanno Andrea Cioffi, Davide Crippa, Dario Galli e Michele Geraci.

Al Lavoro Claudio Cominardi, Claudio Durigon.

Il dirigente medico Armando Bartolazzi, candidato M5S per il ministero della Salute, e il deputato leghista Maurizio Fugatti sono stati nominati sottosegretari al ministero della Salute. Stefano Buffagni (Affari regionali e autonomie); on. dott.ssa Giuseppina Castiello (Sud); sig.

Alle Infrastrutture e trasporti i sottosegretari sono Michele Dell'Orco, Edoardo Ri e Armando Siri.

Sottosegretari alle Politiche agricole saranno invece Franco Manzato e Alessandra Pesce, rispettivamente per Lega e Movimento. All'Istruzione, università e ricerca Lorenzo Fioramonti e Salvatore Giuliano.

Nicola Molteni, in lizza fino a qualche tempo fa anche per un ministero, dovrebbe andare al Viminale ad affiancare Matteo Salvini. Sono note infatti le controverse dichiarazioni che il pentastellato di Avellino ha rilasciato negli anni sui propri profili social. In una di queste ha parlato della strage di Capaci e dell'omicidio di Borsellino come di un "atto rivoluzionario".