Salvini, un’altra nave pronta ad arrivare in Italia: i porti restano chiusi

Regolare Commento Stampare

Quella di Salvini è una scelta netta, di rottura di fronte all'ennesima indisponibilità di Malta, "e dunque dell'Europa", a intervenire e a farsi carico dell'emergenza. Il Mediterraneo è il mare di tutti i Paesi che vi si affacciano e non si può immaginare che l'Italia continui ad affrontare questo fenomeno gigantesco in solitudine. Infine, "stiamo lavorando anche sui vari livelli di protezione perché ci sono delle particolarità tutte italiane che non si capiscono", ha aggiunto. L'Aquarius come simbolo del nuovo corso italiano, quindi. Lo ha detto un portavoce del governo della Valletta citato dal quotidiano Malta Today in una prima reazione al caso. In un intervento a One Radio, il premier maltese ha sottolineato che gli interessi maltesi e italiani sono identici e che il salvataggio delle vite rimane una priorità "su tutto il resto".

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. È la scelta, tristemente clamorosa, concordata dal ministro dell'Interno Matteo Salvini e dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

"E' inaccettabile - tuona poi il ministro - che Malta se ne freghi, non è possibile che faccia finta di niente anche quando delle navi passano a poche miglia dai loro porti sicuri". Il Testo specifica chiaramente che il respingimento non può avvenire "nei casi previsti dalle disposizioni vigenti che disciplinano l'asilo politico, il riconoscimento dello status di rifugiato ovvero l'adozione di misure di protezione temporanea per motivi umanitari". "Noi salveremo sempre le vite umane, ma Malta è la spia di un'Europa che deve cambiare".

Tra chi critica l'operato del ministro Salvini arriva il durissimo attacca dell'ex Presidente della Camera Laura Boldrini che sui social scrive così: "Salvini chiude i porti".

Ma da Malta fanno sapere di non avere competenza sul caso.

Nella foto una fase del salvataggio dei migranti al largo della Libia. "Il rallentamento delle operazioni mette a rischio la salute di centinaia di persone con urgente bisogno di assistenza".

La questione oltre che di politica interna sta diventando un tema di relazioni tra i paesi dell'Unione Europea.

Infine, SKyTg24 ha intervistato telefonicamente uno dei soccorritori a bordo della Aquarius, che ha affermato quanto segue. Con una lettera, chiede a Malta di far approdare la nave Aquarius, che ha 629 migranti a bordo.

La situazione a bordo dell'Aquarius stamattina è "calma".