Moto GP, la Suzuki scarica Iannone: futuro in Aprilia

Regolare Commento Stampare

Andrea Iannone affiancherà Aleix Espargarò in sella alla Aprilia RS-GP per le stagioni 2019 e 2020. Credo che possa dare un grande supporto al team e contribuire allo sviluppo della moto.

Il Racing Manager dell'Aprilia Romano Albesiano è stato il primo a dare il benvenuto a Iannone: "Con Iannone arriva un pilota pieno di talento e veloce che anche in questa stagione sta dimostrando il suo valore". La scelta è ricaduta sulla moto italiana dopo aver esplorato le possibilità Honda, Ducati e Yamaha. Il suo arrivo, è il segno del crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP, nel quale la nostra moto ha già dimostrato di poter contare su basi tecniche valide.

Andrea Iannone aveva dato l'addio ufficiale alla Suzuki al Mugello e ora sembra veramente a un passo dalla firma di un contratto biennale con l'Aprilia come ha anticipato Sky Sport. Intanto in casa Suzuki appare più confermato che mai il ruolo di Alex Rins: accanto allo spagnolo il nome caldo è quello di Joan Mir, attualmente in Moto 2. Riguardo alla sua storia più recente, c'è da sottolineare che l'Aprilia porta avanti, e in maniera alquanto brillante, un progetto ambizioso e in costante crescita, condotto da un reparto corse che è il più giovane della MotoGP e che fa della tecnologia una delle sue armi vincenti.

I tifosi Aprilia di tutto il mondo sono autorizzati a sognare, Andrea Iannone porterà in Aprilia Racing esperienza, velocità e voglia di vincere ai massimi livelli, insieme affronteranno una sfida affascinante con tutta l'intenzione di vincerla. Andrea è un pilota forte, veloce e concreto. La coppia Iannone-Espargaró rappresenta infatti una delle combinazioni più veloci in MotoGP, è in grado di assicurare grande competitività e un livello tecnico di assoluta eccellenza, per ridurre ulteriormente il gap dalla vetta della classifica. "Ora è necessario che stiamo focalizzati sulla stagione corrente, iniziando dalla prossima gara a Barcellona". "Vogliamo continuare a crescere e portare la RS-GP dove merita in questa stagione ancora lunga, con Aleix e con Scott (Redding, ndr) che voglio ringraziare pubblicamente per la sua grande professionalità e per l'impegno sempre di altissimo livello". "Benvenuto Andrea, facci divertire!"