Superbike a Brno, Savadori ok nella prima giornata di prove libere

Regolare Commento Stampare

L'Italiano rientra cosi' in Superpole 2, confermando che sta tirando fuori il massimo dall'Aprilia ad ogni gara.

Sul tracciato più lungo della stagione, era chiaro che l'azione sarebbe stata più estesa del solito. Completano la top five le Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes.

Rea ha superato il compagno di squadra Sykes subito in avvio, ma le cadute di Torres con la MV e di Rinaldi con la Ducati dello Junior Team, hanno costretto il direttore di corsa a dare bandiere rossa, vanificando la fuga del Nord Irlandese. È stato l'unico pilota a scendere sotto i due minuti, mantenendo sempre 4-5 secondi di gap tra sé ed i suoi avversari. Il nordirlandese della Kawasaki, alla sessantesima vittoria nel campionato delle derivate di serie, battendo il record del mito del passato Carl Fogarty, ha preceduto un ottimo Marco Melandri, salvando il sabato della Ducati, che ha visto Chaz Davies chiudere solo ottavo. Per Melandri è il quinto podio nel WorldSBK a Brno ed un fantastico ritorno dopo il disastroso weekend di Donington. Entrambi saranno in prima fila alla partenza di Gara 2, una fantastica opportunità per giocarsi le proprie carte domani. Leon Camier non ancora perfettamente recuperato fisicamente chiude nono con la sua Honda CBR 1000, precedendo Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing), decimo e primo pilota indipendente a Brno. Yonny Hernández (Team Pedercini Racing) ha confermato la sua buona forma sul circuito ceco, tornando nel WorldSBK in undicesima posizione dopo aver mancato il round inglese.