Brescia, Souad Allou scomparsa: telecamere inquadrano marito che trascina un grosso sacco

Regolare Commento Stampare

Una donna marocchina di 29 anni, madre di due figli di tre e nove anni, è scomparsa da domenica sera a Brescia.

Ad incastrare l'uomo, dopo un'indagine lampo condotta in stretta dalla polizia Locale di Brescia e dalla Squadra Mobile della questura, sarebbero state le immagini della telecamera installata nei pressi del condominio in cui l'uomo viveva. Intanto l'uomo è stato visto mentre trascinava un grosso sacco nero e lo caricava in auto.

Con il passare delle ore si fanno sempre più deboli le speranze di ritrovare in vita la 29enne, dipendente di un'azienda di pulizie, mentre prende piede l'ipotesi di una morte violenta. Lei aveva tantissima paura, lui invece non si dava pace: continuava a dirle che era stato lui a farla venire in Italia e che lei non poteva lasciarlo. Il tragico e terribile sospetto è che dentro quella busta si trovasse la donna che lascia due bimbi di 3 e 9 anni.

Non si tratterebbe di un allontanamento volontario ma di un omicidio. Non è chiaro cosa sia successo domenica sera tra le 23 e le 5 del mattino successivo quando l'uomo è stato immortalato con un sacco nero. Di certo dal condominio di via Milano dove abitano numerosi stranieri nessuno avrebbe sentito nulla. "Non l'ho uccisa, mia moglie se ne è andata e sono stato io a denunciarne la scomparsa". Era talmente spaventata che voleva cambiare casa. Aveva denunciato il compagno per i maltrattamenti finendo quindi in una comunità protetta e anche aderito a una campagna contro la violenza sulle donne.