F1, Arrivabene promette: "Ferrari tenterà di sbilanciare il Mondiale"

Regolare Commento Stampare

Il nostro impegno è quello di cercare di sbilanciarlo e ce la metteremo tutta. Il mio sogno allora era la Malaguti Roncobilaccio, poi da lì sull'austriaca KTM che tutti volevano avere ma non ce la potevamo permettermela, poi le moto da pista e il sogno finale della Ducati... Al di là di simpatie e antipatie, l'importante è che sul podio vada un italiano nel GP di casa nostra.

Grande appassionato delle due ruote, il dirigente del Cavallino ha enumerato i numerosi modelli di moto che ha posseduto e guidato fin da giovanissimo, auspicando poi che le gare di domani siano vinte dai piloti italiani. "C'è tutto l'impegno nostro, sia dei ragazzi a casa e di quelli che vengono in pista che mettono il 120% ogni giorno". Lo dico non solo con le moto, ma anche quando faccio l'altro lavoro: dobbiamo dimostrare che l'Italia non è seconda a nessuno e qua nelle moto il mio tifo va a tutti purchè siano italiani al di là delle polemiche sui contratti. "Dovizioso, ovviamente Valentino, Iannone... io conoscevo il papà di Petrucci...". Arrivabene, ai microfoni di Sky Sport, ha anche detto che il meccanico investito dalla vettura di Kimi Raikkonen in Bahrain, Francesco Cigarini, “è in convalescenza e tornerà a luglio nel team”.