Di Maio: pensioni, addio Fornero con quota 100. Jobs act da rivedere

Regolare Commento Stampare

Governo Conte, PENSIONI COSA CAMBIA. Il politico avvisa infine che l'attuazione di Quota 100 così come proposta porterebbe a "buchi di bilancio spaventosi e iniquità tra classi d'età e tra lavoratori precoci e non precoci". "Fornero", stanziando 5 miliardi per agevolare l'uscita dal mercato del lavoro delle categorie ad oggi escluse. Nel contratto si parla anche della necessità di "riordinare il sistema del welfare prevedendo la separazione tra previdenza e assistenza".

Brambilla lo spiega in una intervista su Repubblica in cui enuncia i paletti della riforma: la quota 100 non potrà essere ottenuta sommando, per esempio, 60 anni di età e 40 di contribuzioni. Diversi e mirati gli interventi da mettere a punto, con l'obiettivo di superare le disuguaglianze, senza alterare l'architettura dell'attuale disciplina delle pensioni. È questa l'aspettativa che si crea. "È scarsamente equo (e, si potrebbe dibattere, forse anche poco costituzionale) immaginare che un lavoratore possa accedere alla pensione con solo 20 anni di contributi e 67 anni di età (magari facendosi integrare la prestazione per via della modesta pensione a calcolo) e che un altro con oltre il doppio dei contributi e senza rischi di integrazioni a carico dell'erario, debba lavorare per oltre 43 anni (nel 2019)".

L'introduzione di una soglia anagrafica minima per quanti utilizzeranno l'uscita a "quota 100" è senza alcun dubbio una misura di contenimento del numero dei trattamenti e quindi della spesa. Le novità relative alla quota 100 e alla quota 41 sono ancora nebulose. Nella stessa, che dovrà essere presentata in autunno, potrebbe poi essere sancito l'addio all'Ape Social.

Un'altra misura che Lega e 5 stelle si propongono è quella di prorogare la misura sperimentale "opzione donna " che permette alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo. Nel caso in cui il risultato della somma non corrisponde a una cifra esatta, per calcolare la quota i mesi devono essere trasformati in decimi.

Su Quota 100 ne ha parlato anche Alberto Brambilla, che però parla sempre di 64 anni e 36 di contributi come requisito minimo. Si va verso una serie di cambiamenti, come promesso in campagna elettorale da Lega e M5S e come previsto dal contratto di governo alla tedesca: dal superamento della legge Fornero, alla Quota 100 fino alla proroga di Opzione donna, Pensioni, fisco, lavoro sono le priorità M5s-Lega "Lavoreremo intensamente - ha dichiarato il premier Conte - per realizzare gli obbiettivi politici anticipati nel contratto". Pensiamo a una quota 100 con 64 anni almeno di età e l'utilizzo al massimo di due anni di contributi figurativi.