Domani la fiducia al Senato. Interverrà anche Matteo Renzi

Regolare Commento Stampare

Giuseppe Conte ha parlato questa mattina al Senato e ha esposto le dichiarazioni programmatiche del nuovo governo.

L'intervento del presidente del Consiglio è previsto in serata e c'è molta attesa per conoscere le effettive priorità, dopo i proclami di questi giorni (per qualcuno ancora da campagna elettorale).

E la fiducia è arrivata, senza sorprese: il governo guidato da Giuseppe Conte incassa i previsti 171 sì, 4 voti in più rispetto ai numeri della maggioranza (167 senatori), e si attesta su una soglia di 'sicurezza' di 10 voti in più rispetto alla maggioranza assoluta, che a palazzo Madama è fissata a quota 161.

La riunione dei capigruppo al Senato, secondo quanto riferito dal ministro dei Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha deciso il calendario domani della fiducia.

"Sono qui per chiedere la fiducia a favore non solo di una squadra di governo, ma anche di un progetto per il cambiamento dell'Italia", spiega Conte tra Di Maio e Salvini seduti accanto ad ascoltarlo. "Ci permettiamo di segnalare - ha dichiarato Marcello Fiori, responsabile nazionale enti locali di Forza Italia - che i cittadini drammaticamente colpiti dal terremoto ormai 21 mesi fa, non avvertono l'esigenza dell'ennesima passerella del politico di turno".

Sul tema dell'immigrazione il premier Conte assicura "metteremo fine al business dell'immigrazione, cresciuto a dismisura sotto il mantello di una finta solidarietà" e su quello della sicurezza "combatteremo la corruzione con metodi innovativi come il "daspo" ai corrotti e con l'introduzione dell'agente sotto copertura". Il pensiero finale dunque è andato alle popolazioni colpite dal sisma del 2016, alle quali il presidente del Consiglio ha promesso la prima visita pubblica del suo mandato. Conte si è proposto come avvocato del popolo ma le sue ricette sono aumentare le pene, costruire più carceri e allungare i tempi dei processi: siamo avvocati in modo diverso.

Chi abbia scritto il discorso rimane un mistero (anche se gli indiziati sono parecchi).