Giulia Grillo, alla Sanita' un medico legale - Sanità

Regolare Commento Stampare

Sicuramente Giulia Grillo sarà un ministro che difficilmente sceglierà la strada della continuità con la guida precedente.

Giulia Grillo, originaria di Catania, laureata in Medicina, con una specializzazione in Medicina legale, è stata tra i più convinti oppositori del cosiddetto "decreto Lorenzin": pur essendo favorevole ai vaccini, infatti, sostiene che non avrebbero dovuto essere resi obbligatori. L'impegno politico è relativamente recente: si è unita al Movimento 5 Stelle solo nel 2006 ed è entrata alla Camera alle elezioni del 2013. Attivista della prima ora del MoVimento, arrivata in Parlamento per la prima volta alle elezioni del 2013. "Sono passati due anni da quando in piazza Montecitorio eravamo presenti come Smi per manifestare contro il modello di continuità assistenziale h 16 e spontaneamente l'on.Giulia Grillo ascoltando le nostre voci nella piazza si fermò presso i nostri gazebo per ascoltare le voci dei colleghi e la nostra protesta contro lo smantellamento della sanità pubblica e della ex guardia medica".

Abbiamo apprezzato, tra altri, l'intervento della Dr.ssa Grillo, nel corso di una manifestazione intersindacale di alcuni mesi fa, a favore della Sanità Pubblica come strumento migliore per assicurare la tutela della salute a tutti i cittadini in maniera egualitaria, ed auspichiamo che possa essere proprio questo il punto di partenza di un dialogo costruttivo orientato al futuro. È stata già vice-capogruppo, poi capogruppo alla Camera e membro della Commissione Affari Sociali.

Durante il suo primo incarico come parlamentare ha dimostrato la sua competenza in ambito sanitario e il suo interesse a migliorare il Servizio sanitario nazionale italiano.

Terza per produttività fra tutti i deputati siciliani secondo la classifica Openpolis 2016 e 56esima su 630 deputati nazionali, la Grillo, che con il fondatore del movimento non ha nessun rapporto di parentela, nella 17ma legislatura ha fatto approvare 3 mozioni a sua prima firma su governance farmaceutica, sblocco turn-over del personale sanitario, revisione della disciplina sull'intramoenia e governo delle liste d'attesa.

Oggi è capogruppo alla Camera per il M5s.

A Messina Giulia Grillo in pratica risiede da tempo, riuscendo più o meno a conciliare la sua presenza in città con gli impegni politici romani che si sono sempre più intensificati, e ci sta per "questioni di cuore", visto il suo legame sentimentale con un avvocato messinese che va avanti ormai da diversi anni.