E' l'italiano Luca Parmitano a dirigere la Stazione Spaziale Internazionale (ISS)

Regolare Commento Stampare

Una nuova avventura a bordo della Stazione spaziale internazionale, ISS, attende l'astronauta italiano Luca Parmitano e un ruolo d'onore lo aspetta.

È la prima volta che la ISS avrà un comandante italiano, e soltanto la terza per un astronauta ESA nei 18 anni di attività dell'avamposto in orbita. È entrato in Aeronautica Militare nel '95 con il corso Sparviero IV frequentato presso l'Accademia Aeronautica di Pozzuoli. Poco dopo ha compiuto la sua seconda attività extraveicolare.

Una carriera da pilota eccezionale, che nel 2007 l'ha visto insignito della Medaglia d'Argento al Valore Aeronautico dal Presidente della Repubblica Italiana per essere riuscito durante un incidente in volo l'11 maggio 2005 a riportare a terra un velivolo AMX dopo il grave danneggiamento del mezzo per l'impatto con una cicogna proprio mentre sorvolava il Canale della Manica. In quell'occasione l'astronauta originario di Paternò riuscì ad atterrare nonostante le estreme difficoltà sia per i danni riportati che per la scarsissima visibilità, dimostrando un sangue freddo eccezionale e la sua abilità. A renderlo noto è stata l'Agenzia spaziale europea, che fa sapere che la partenza dell'astronauta per la seconda parte della sua missione sarà prevista per il 2019.

"Essere il comandante delle persone più addestrate e competenti sopra e fuori la Terra può essere una grande sfida. Mi vedo come un facilitatore, il mio obiettivo sarà quello di mettere tutti nella condizione di mostrare al meglio le loro capacità", ha detto l'astronauta catanese. Alla fine, però, sarò io il responsabile della sicurezza dell'equipaggio e della Stazione, e del successo della missione. Nella mia esperienza sono stato abbastanza fortunato da lavorare con leader che ho potuto osservare: "farò del mio meglio per seguire il loro esempio e la loro guida per raggiungere questi obiettivi".

L'Esa lo ha reso noto in un comunicato in cui ha nominato i membri dell'equipaggio per l'Expedition 60/61 che prenderà il via nell'estate 2019: insieme a Parmitano viaggeranno Andrew Morgan, un astronauta americano, e il cosmonatua russo Alexander Skvortsov.