Napoli, Insigne: "Ancelotti è un vincente. Spiazzato dall'addio di Sarri"

Regolare Commento Stampare

Insieme da tutta una vita, nell'era Mazzarri come con Benitez e Sarri ma forse non con Ancelotti. Di seguito le parole del giocatore sintetizzate qui per i nostri lettori. Al tempo stesso però bisogna dare merito a Sarri che in tre anni ha fatto cose straordinarie e con lui il Napoli è cresciuto tantissimo. Ha bisogno di vincere: quest'anno ci siamo arrivati vicini, ma non ci siamo riusciti per colpa nostra, perché abbiamo sbagliato qualcosa. Personalmente sono contento che sia arrivato Ancelotti perché sono sempre stato desideroso di lavorare con lui. Ma saremo noi, in campo, a dover fare risultato. Speriamo di vincere insieme. Ancelotti si è già messo in contatto con alcuni calciatori azzurri: "Ha telefonato a me ed anche ad altri- ha dichiarato Insigne -. Mi ha detto di stare tranquillo perché possiamo fare grandi cose se partiamo con la testa giusta, è un vincente". Spero che non porti con lui anche qualche compagno di squadra. L'addio di Marek sarebbe una brutta notizia per tutta la piazza, perché ormai dopo 10 anni è napoletano. Comunque Ancelotti conosce tanti giocatori forti e saprebbe rimpiazzarli. Il suo addio ci ha spiazzati, pensavamo che rimanesse, ma il presidente ha fatto la sua scelta.

Sui possibili addii, questo il pensiero di Insigne: "Koulibaly non lo vuole solo il Chelsea, ma mi auguro che rimanga perché siamo un bel gruppo".

Nonostante l'entusiasmo, per Insigne potrebbe nascere con Ancelotti un piccolo problema tattico.

Il talento di Frattamaggiore ha speso qualche parola anche in tema calciomercato: "Non so se Sarri andrà al Chelsea, ma non ci sono solo i blues su Koulibaly".

Sa che Napoli si è già innamorata di Ancelotti? .

"Non fare il Mondiale è un dispiacere". E' un grande allenatore, ha vinto tanto nella sua carriera.