Lazio, Lotito su Milinkovic-Savic: "Non bastano 110M, rifiutati la scorsa estate"

Regolare Commento Stampare

Gli ostacoli non mancano, ma Lotito ha sempre dimostrato di saperli superare, riportando in alto la Lazio: "Mi auguro che questa società venga ricordata in modo positivo, anche perché abbiamo vinto qualche trofeo". Mi sono messo a ridere, non mi risulta che io abbia messo in vendita nessuno. "In passato non bussavano le altre squadre, oggi devono chiedere permesso".

Sul mercato: "Per Milinkovic non bastano 100 milioni di euro, ne ho già rifiutati 110 milioni ad agosto".

Le sue lacrime da quasi ex laziale dopo aver causato il rigore su Icardi hanno fatto il giro del mondo, ora il presidente della Lazio, Claudio Lotito, torna sul caso de Vrij che aveva incendiato i giorni precedenti la sfida contro l'Inter per l'accesso alla prossima Champions League e va all'attacco dei nerazzurri: "De Vrij lo abbiamo schierato contando sulla serietà professionale del giocatore - ha detto il numero uno biancoceleste - Poi ha fatto degli errori, ma l'allenatore ha totale libertà di scelta". I presidenti coltivano sentimenti e passioni comuni che hanno l'obbligo di conservare e tramandare. L'Inter avrebbe dovuto evitare di mettere in difficoltà le persone. "Dobbiamo rappresentare, tramite i campioni che scendono in campo, un modello dei valori dello sport, il merito che è venuto meno soprattutto in Italia". Il Var è stata la mia iniziativa insieme a Tavecchio, oltre alla Gol Line Technology. "Stiamo facendo tutto per rendere il calcio più credibile". In ogni caso non mi piace fare dietrologie: "potevamo meritare di occupare una posizione di classifica diversa, ma abbiamo perso". "Se avevano questo contratto da gennaio perché lo hanno depositato in Lega prima della gara con l'Inter?". "I fatti stanno sotto gli occhi di tutti, come i bilanci che sono pubblici". "Ad ogni modo non è un problema di prezzo, sta bene alla Lazio".