ESCLUSIVA TMW - Terremoto Sporting, Fernandes: "Rui Patricio può svincolarsi"

Regolare Commento Stampare

Il portiere portoghese ha fatto capire a chiare lettere che la finale della coppa di Portogallo contro l'Aves in programma domenica sera, sarà la sua ultima gara con la maglia dello Sportig. Tra questi ci sono Bruno Fernandes che vorrebbe cambiare squadra, su di lui ci sono il Chelsea e l'Atletico Madrid e Rodrigo Battaglia che invece sta forzando per essere liberato e trasferirsi già in estate alla Roma.

Carlos Fernandes, giornalista di Noticias ao Minuto, ha parlato anche di Rui Patricio e dell'interessamento del Napoli.

Al centro degli scandali, d'altronde, ci sono proprio le figure più vicine al presidente. Non solo per i fatti di Alcochete, ma anche per lo scandalo corruzione. Credo che questo sia il momento più delicato della storia dello Sporting. Tanti dirigenti si sono già attualmente dimessi e la situazione potrebbe essere ancora più buia con l'abbandono di alcuni giocatori importanti. Rui Patricio è allo Sporting dal 2001, una bandiera della società, ma che questanno i rapporti si sono deteriorati ulteriormente con la ribellione dellestremo difensore e di altri suoi compagni.

Gli stessi calciatori adesso starebbero pensando la rescissione contrattuale unilaterale. Fernandes vuole tornare al Porto per giocare nella sua città natia. La paura è tanta, sopratutto dopo le vicende dell'aggressioni che ricordiamo hanno portato anche ad alcuni punti di sutura per l'attaccante olndese Bas Dost, colpito alla testa con bastoni e cinture. Se così fosse, per Rui Patricio sarebbe più facile lasciare lo Sporting ad un prezzo abbordabile. "Sicuramente. Rui Patricio era vicino al Napoli già prima, quando lo Sporting chiedeva tanti soldi per il suo cartellino".