YouTube Music: in arrivo a breve il nuovo competitor di Spotify

Regolare Commento Stampare

"Ne resterà soltanto uno" non è un modo di dire che si applicherà tanto presto al panorama dei servizi di musica in streaming. YouTube Music sarà il concorrente diretto di Spotify e sarà disponibile gratuitamente con pubblicità o a 9,99 euro al mese senza annunci.

In questo caso la novità non è tanto nelle funzionalità che rimarranno quasi le medesime ma nel fatto che il nuovo YouTube Premium arriverà anche in altri paesi in giro per il mondo.

Nonostante Google abbia promesso un solo servizio musicale, YouTube Music non sostituirà completamente Google Play Musica, almeno non nell'immediato. La società ha informato inoltre che a breve lancerà YouTube Premium, con oltre alla musica, proposte di film, serie originali e altri contenuti audiovisivi. Parliamo dei nuovi YouTube Premium e YouTube Music che nei prossimi giorni prenderanno rispettivamente il posto di RED e di Play Music permettendo agli utenti dei due servizi di avere nuovi contenuti musicali attraverso nuove formule di abbonamento. Previsto anche per l'Italia, sembra avere tutte le carte in regola per rivoluzionare il concetto di musica su smartphone e non solo. YouTube Red, fra l'altro, è un concorrente dei servizi di abbonamento video di Netflix e Amazon. Il numero di file audio o video che si possono salvare dipende dallo spazio libero a disposizione sul dispositivo e dalla capacità di archiviazione, nonché dalle dimensioni e dalla qualità dei video salvati. Ci sarà la possibilità di effettuare ricerche anche senza conoscere il titolo del brano e trovare cover, esecuzioni live o remix delle canzoni preferite. Nessuna informazione, invece, riguardo il lancio di YouTube Premium.

Gli abbonati a Google Play Music esistenti potranno accedere immediatamente al nuovo servizio anche se Google Play Music. Potete intanto registrarvi sul sito ufficiale per ricevere una mail nel momento in cui il servizio sarà disponibile.

YouTube Premium: 11,99$ al mese. Sarà lanciata ufficialmente martedì 22 maggio, inizialmente negli Stati Uniti, in Australia, Nuova Zelanda, Messico e Corea del Sud.