Ultraleggero scomparso, ritrovati in mare i resti: a bordo c'erano due persone

Regolare Commento Stampare

Il 56enne Giuseppe De Maggio di Messina e la 53enne Rossella Gimigliano di Catanzaro sono i nomi dei due passeggeri scomparsi.

Il pattino del velivolo, scomparso dai radar mentre si trovava sopra l'isola di Capri diretto a Nicotera, in Calabria, è stato individuato al largo dello specchio d'acqua compreso tra Ascea e Pioppi da un elicottero dei vigili del fuoco.

A ritrovare i resti dell'aereo gli uomini della Guardia Costiera di Agropoli e Palinuro che da giorni, insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri, stavano effettuando le ricerche. L'ipotesi iniziale era che l'ultraleggero potesse essersi schiantato sul Monte Stella, nel parco nazionale del Cilento. Il velivolo è stato recuperato e trasportato nel porto di Acciaroli. Continuano le ricerche per infdividuare la posizione esatta del veivolo e soprattutto delle persone che erano a bordo e che risultano ancora disperse.