Ilva, operaio di una ditta in appalto muore travolto da una fune

Regolare Commento Stampare

L'incidente è avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal siderurgico.

Antonio Tatò. Segretario Uilm di Taranto ha dichiarato: "L'incidente è accaduto all'area Ima, Impianti marittimi, quarto sporgente".

Sul posto sono interventi immediatamente i Vigili del Fuoco, il personale sanitario interno e i medici del 118 per cercare di rianimare il dipendente subito accasciatosi dopo l'accaduto. La vittima, un operaio di 28 anni, residente al quartiere Tamburi, appartenente a una ditta dell'indotto, stando a una primissima ricostruzione tutta da verificare nelle prossime ore, stava lavorando alla manutenzione di una gru quando si sarebbe sganciata una fune che avrebbe colpito in pieno lo sfortunato operaio che è deceduto.

La gru DM6 era ferma da due giorni per attività di manutenzione.

Un'altra giovane vita spezzata per un incidente sul lavoro all'Ilva, nell'area scarico minerale.

Le organizzazioni sindacali ritengono non più rinviabile una seria discussione sull'intero sistema degli appalti che vengono ancor più aggravate dallo stallo della trattativa ILVA in cui uno dei punti delle nostre rivendicazioni è l'avvio di un vero e proprio codice degli appalti.

Contestualmente, i sindacati chiedono al prefetto Donato Cafagna "una celere convocazione per rappresentare la grave e oramai non più sostenibile situazione".