Il marchio della Cefla sulle MotoGp Ducati di Dovizioso e Lorenzo

Regolare Commento Stampare

Andrea Dovizioso è chiamato all'immediato riscatto dopo l'incidente che lo ha coinvolto a 8 giri dal termine del Gran Premio di Spagna svolto due settimane fa a Jerez de la Frontera. La Casa di Borgo Panigale ha un grande interesse a chiudere alla svelta col Dovi per concentrarsi sul Mondiale e oggi il pilota italiano ha ammesso che sono stati fatti passi avanti importanti. A cercare di fare chiarezza è intervenuto l'ingegner Gigi Dall'Igna che ha spiegato come la deadline fissata per una risposta definitiva sia la gara del Mugello. Passione, performance e innovazione sono i valori chiave di questa partnership, siglata dal presidente di Cefla, Gianmaria Balducci, e Luigi Dall'Igna, direttore generale di Ducati Corse. "Il nostro focus è quello di continuare con Ducati". Dopo questo inizieremo a pensare agli altri piloti. Al momento però non siamo contenti dei suoi risultati. "Lorenzo? Dobbiamo provare a migliorare le sue perfomance come a Jerez/Malesia l'anno scorso". Questo è sicuramente uno dei nostri obiettivi.

Ducati, fondata a Bologna nel 1926 e Cefla, fondata a Imola nel 1932, sono aziende storiche di un territorio unico, conosciuto in tutto il mondo come la "Motor Valley italiana". Quando hai risultati positivi vuol dire che il lavoro che stai svolgendo è buono, anche se abbiamo tanta strada da fare mantenendo i piedi per terra. La data di scadenza è fissata per l'appuntamento del Mugello - che si correrà il prossimo 3 giugno -, andare oltre significherebbe compromettere la prossima stagione, oltre al fatto di rischiare di non avere il tempo necessario per intavolare una trattativa con un altro pilota.

Nel corso di una intervista rilasciata a Sky Sport, il pilota Ducati ha parlato dei progressi nella trattava con la squadra bolognese: "Con Ducati ci siamo avvicinati e questo è positivo, però ci mancano ancora alcuni particolari".