Ascoli Piceno, grande entusiasmo per la sosta ufficiale del Giro d'Italia 2018

Regolare Commento Stampare

Il Giro riprende il suo cammino dopo il giorno di riposo con una tappa, la decima, che porta i corridori da Penne a Gualdo Tadino lunga 244 chilometri con continui saliscendi ma senza grosse asperità da scalare con un finale pianeggiante. Il giovane corridore della Bahrain-Merida, due volte iridato nelle categorie giovanili (junior e under 23), ha battuto in volata il tedesco Nico Denz (Ag2r) centrando il trionfo al termine di una doppia fuga. L'evento sarà trasmesso in diretta anche da Eurosport, ma in questo caso si tratta di un servizio in abbonamento e a pagamento.

Sulla carta la decima tappa del Giro d'Italia [VIDEO] doveva essere una giornata favorevole ad una fuga da lontano, grazie ad un percorso movimentato ma non durissimo, con gli uomini di classifica in attesa delle grandi montagne del prossimo fine settimana.

Ciccone transita in testa anche al GPM di Bruzzolana, intanto dietro nel gruppo avviene un clamoroso colpo di scena: Esteban Chaves, compagno di squadra della maglia rosa, nella Michelton-Scott, si è attardato. Verso le 16 il pubblico ha poi riempito la zona del traguardo, esternando tutto il proprio entusiasmo al sopraggiungere del gruppo (che ha tenuto una velocità media tra i 39 e i 41 km/h). Quando però la squadra di Viviani ha capito che non c'erano i margini per rientrare, per Chaves tutto si è complicato ulteriormente. "La maglia rosa Yates guadagna altri 3" sugli altri big. "Il gruppo maglia rosa è a 35". "Dal gruppo contrattaccano Davide Villella e Matej Mohoric, che in prossimità del GPM di Annifo riprendono e subito staccano Frapporti, con il gruppo dei big che non ha più di 30" di ritardo.

Prima della doppia tappa umbra del Giro 2018 d'Italia, si erano corse nove tappe delle 21 totali, tra cui una cronometro (a Gerusalemme, nella prima partenza fuori dall'Europa di una delle grandi corse a tappe) e tre arrivi in salita: sull'Etna, sul Gran Sasso e a Montevergine di Mercogliano. Denz lo raggiunge Mohoric e i due vanno al traguardo con un'azione davvero pazzesca.

Domani l'undicesima tappa: si fa da Assisi a Osimo lungo 156 chilometri. In terza posizione è arrivato l'irlandese Sam Bennett. Si scalerà il Passo del Cornello ed il Muro di Filottrano con gli ultimi cinque chilometri molto impegnativi con il Muro di Via del Borgo in pavé al 16% per poi affrontare un rettilineo finale di 300 metri largo sette metri.