Sparatoria a Vibo Valentia, il killer si è costituito in carcere

Regolare Commento Stampare

Si è costituito nella notte Francesco Olivieri, il 32enne che venerdì scorso, in provincia di Vibo Valentia, ha ucciso due persone e ne ha ferita un'altra.

Il 14 maggio l'auto di Olivieri era stata ritrovata dai carabinieri nelle campagne vicino a Vibo Valentia, ma non aveva trovato il fucile da lui usato per compiere gli omicidi. Nel corso dell'interrogatorio Olivieri è stato assistito dal suo difensore di fiducia, Francesco Schimio. Sul contenuto dell'interrogatorio, al momento, non é trapelata alcuna indiscrezione. La vettura, una Fiat Panda, è stata ritrovata completamente carbonizzata in località "Colarizzi", nei pressi di Spilinga, frazione del vibonese, a circa 30 chilometri dal carcere. Toccherà dunque alle indagini chiarire come il killer abbia fatto a spostarsi dal piccolo centro alla città di Vibo, dove in serata si è presentato da solo, se qualcuno lo abbia accompagnato, così come se e in che misura sia stato aiutato nel corso della sua breve fuga.