La Corea del Nord ha iniziato a smantellare i siti nucleari

Regolare Commento Stampare

"Immagini satellitari risalenti al 7 maggio mostrano le prime prove incontrovertibili che lo smantellamento del sito per i test è più che avanzato", ha scritto 38 North, sito rispettato dedicato all'analisi della Corea del Nord.

Alla cerimonia pubblica, di cui non si sa ancora il giorno esatto a causa di possibili problemi metereologici, saranno presenti esperti e media internazionali.

La Corea del Nord ha cancellato i colloqui previsti per domani con la Corea del Sud e ha minacciato di annullare l'incontro del prossimo 12 giugno a Singapore tra Kim Jong-un e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Sarà probabilmente una cerimonia spettacolare organizzata ad uso e consumo dei media internazionali.

La delegazione di Pyongyang sarà composta di 29 membri e guidata da Ri Son-gwon, a capo della Commissione per la Riunificazione Pacifica delle due Coree, l'agenzia nord-coreana che si occupa degli scambi con il Sud. Saranno poi rimossi sia le postazioni per l'osservazione degli esperimenti sia i fabbricati dove è stata portata avanti la ricerca sia le strutture adibite alla sicurezza e alla sorveglianza.

Come annunciato la Corea del Nord si prepara alla dismissione del sito di test nucleari di Punggye-ri. Il sito di Punggye-ri non dovrebbe essere l'unico sito nucleare in mano a Kim perché, secondo le fonti in mano agli 007 americani e sudcoreani, ci sarebbero quindici siti nucleari tra cui due reattori e tre centrali energetiche concentrati nella zona dello Yongbyon, cuore nucleare nella provincia di North Pyongan, non lontano dalla capitale. Dagli Stati Uniti arrivano segnali di fiducia testimoniati dalla missione di pace di Mike Pompeo, Segretario di Stato dell'amministrazione Trump, a Pyongyang.