Simon Yates è sempre più in rosa

Regolare Commento Stampare

Il britannico Simon Yates ha vinto per distacco la 9ª tappa del Giro, da Pesco Sannita (Benevento) al Gran Sasso (L'Aquila), località Campo Imperatore, di 225 chilometri. Il portacolori della Mitchelton-Scott fa valere la sua stupenda condizione e batte il francese Pinot (Groupama-FDJ). "Ai 10 km all'arrivo, Masnada conduce, dopo aver staccato i compagni di fuga, con 2'14" sul gruppo maglia rosa.

Domenico Pozzovivo prova a rilanciare l'azione per evitare l'arrivo in volata, ma i quattro di testa (Pinot, Chaves, Carpaz e Yates) resistono. "Più attardati i big con l'olandese Dumoulin (Team Sunweb), ottavo, a 12". Chris Froome e Fabiu Aru sono giunti sul traguardo con oltre 1' di ritardo e sono apparsi in grande difficoltà. Tappa caratterizzata dalla solita fuga iniziale riassorbita del tutto a 3 chilometri dalla vetta. Il finale è avvincente con Pozzovivo che parte e si porta dietro Pinot, Yates, Chaves e Carapaz. Quinto il vincitore di ieri e maglia bianca, l'ecuadoriano Carapaz. "Scivolano fuori dalla top ten Froome (undicesimo a 2'27") e Aru (quindicesimo a 2'36").

Nel corso della tappa Masnada è stato protagonista anche di un curioso episodio che lo ha visto transitare per primo transitare sul Gran Premio della Montagna di Roccaraso: poco prima del traguardo intermedio il giovane brembillese ha avuto un problema meccanico che lo avrebbe costretto a fermarsi, nonostante ciò il compagno di squadra Davide Ballerini e l'eritreo Natnael Berhane lo hanno aiutato a scollinare per primo dando una leggera spinta.

"ARRIVO - 1. Simon YATES (Gb - Mitchelton-Scott) 235 km in 5.54'13", media 38,11 km/h; 2.

Ora il Giro si fermerà per il giorno di riposo prima di ripartire martedì 15 maggio da Penne, ma gli occhi saranno puntati sul Monte Zoncolan, dove il gruppo giungerà sabato 19 maggio. A 10 secondi il nostro Formolo, a 12 secondi invece Bennett, Dumoulin e Lopez Moreno.