Giorgia Meloni entra nella maggioranza gialloverde come Ministro

Regolare Commento Stampare

Non certo un margine rassicurante anche se nel corso delle passate legislature si sono viste maggioranze decisamente più precarie. Atmosfera "tranquilla", spiegano dal Movimento, sebbene nel giorno piu' buio del dialogo M5S-Lega.

In un altro cinguettio Crosetto prendeva di mira Di Maio e tutti quei candidati che "non sono stati in grado di fare nulla nella vita, se non gozzovigliare e farsi mantenere" ma che hanno dalla loro il fatto di essere carini e vestirsi bene. "Con Giorgia Meloni - ha detto Di Maio - ho avuto un incontro cortese, le ho spiegato perché Fdi non può stare nel contratto di governo tra M5S e Lega". Meloni deve si è trovata a fare i conti con i falchi del suo partito, che puntano all'opposizione dura e pura.

La Lega sta scrivendo un programma di governo assieme al Movimento 5 Stelle, Forza Italia si è tirata fuori senza però intaccare l'integrità del Centrodestra mentre Fratelli d'Italia è in una posizione di limbo, con la Meloni che preferisce temporeggiare in attesa della fumata bianca decisiva. La somma dei senatori di M5S e Lega è pari a 167.

E Luigi Di Maio ha incontrato per circa un'ora nel pomeriggio la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. "Ho ribadito al leader pentastellato che FdI - che non ha avanzato alcuna richiesta di ingresso nel nuovo esecutivo - non potrebbe mai far parte di un governo a guida grillina e che anzi abbiamo vincolato ogni nostra decisione proprio a una premiership rispettosa degli italiani che ci hanno votato". "Di fronte al mio NO ha detto che avrebbe messo il veto su FDI perché troppo di destra.in quello che tutti già chiamano governo giallo-verde non ci sarà il TRICOLORE!" "Il capo politico del Movimento 5 stelle ha chiesto di incontrarmi - è la versione della presidente di Fratelli d'Italia - e mi ha proposto un via libera a un nostro ingresso nel governo incambio del sostegno ad una premiership sua o di un altroesponente del M5S". L'incontro si è svolto all'hotel Forum, dove soggiorna Grillo quando è nella capitale.

I commenti che passano sullo sfondo della diretta FB sono significativi con un "entra in Fratelli d'Italia" a cui Storace risponde "calma, calma". Dei dodici "fanta" ministri in due hanno certamente ricevuto una chiamata: Paola Giannetakis e Lorenzo Fioramonti, solo che entrambi sono stati retrocessi a sottosegretari.