Entra in funzione la Metro C a San Giovanni

Regolare Commento Stampare

"Oggi è una giornata storica per Roma e per l'Italia, finalmente dopo anni viene aperta la stazione di San Giovanni della metro C. È un momento che tantissimi cittadini stavano aspettando", ha esordito la Raggi. "Roma è orgogliosa di ricominciare a correre e l'Italia, di cui Roma è la vetrina, deve essere orgogliosa". Il risultato è un tour lungo corridoi, scale mobili e banchine nuove di zecca, ma anche tra reperti archeologici esposti ovunque: gusci di molluschi della prima e media eta' imperiale, grandi anfore del I-II secolo d.C., strumenti in osso lavorato e i piatti colorati dell'eta' moderna e contemporanea. Invece, dopo anni di attese e le speranza ormai deboli, oggi ha aperto la stazione della Metro C San Giovanni. Oggi la Sindaca Raggi ha inaugurato l'apertura della stazione San Giovanni della Metro C.

E' stata inaugurata quest'oggi, attorno alle ore 12:00, la stazione San Giovanni della Metro Linea C di Roma. "L'eccezionalità del rinvenimento ha fatto sì che la soprintendenza portasse avanti con forza un progetto scientifico - e il soprintendente Prosperetti ha avuto un ruolo fondamentale - che restituisse ai cittadini e ai turisti ciò che è loro, il loro patrimonio storico e archeologico", ha aggiunto Morretta. Un gesto che è parso ai limiti dello sgarbo istituzionale. Si tratta infatti della "prima stazione-museo che abbiamo", continua la sindaca sottolineando come "scendendo i piani si inizia una sorta di viaggio nel tempo durante il quale si può tornare all'epoca dei romani". Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio, ha commentato: "Penso sia una giornata positiva, bella e importante per la città di Roma, penso si sia raggiunto un risultato così, anche con un po' di ritardo, grazie anche al lavoro di una squadra larga, alla lungimiranza del sindaco Veltroni che aprì cantieri nel 2007, ai sindaci Alemanno e Marino che ci hanno lavorato, all'investimento di oltre 250 milioni di euro della Regione Lazio, alla presenza, perseveranza e scelta politica del ministro Delrio". Le principali modifiche riguardano: la linea 51, che collega la stazione San Giovanni con la metro B e il centro; la 77, che porta al nodo di scambio Ostiense-Piramide; la 81, da piazza Lodi a Prati; la 54, che posta il capolinea al piazzale della stazione Malatesta; la 715, che cambia percorso transitando per la Garbatella sull'itinerario servito dalla 673, ora disattivata. E in futuro avrà anche altre stazioni, permettendo una fermata perfino a piazza Venezia e San Pietro. "Vorremmo proseguire l'opera e arrivare almeno fino alla zona Farnesina", ha precisato poi la sindaca soddisfatta. Per rendere il servizio bus della periferia più capillare e consentire migliori collegamenti con le stazioni metro è prevista anche la modifica delle linee bus: 056, con il prolungamento a via Marcantonio Raimondi, nel quartiere Giardinetti; 058, con il prolungamento alla stazione metro B Ponte Mammolo, passando all'interno del quartiere di Tor Sapienza e in viale Palmiro Togliatti.