Superbike show a Imola, Rea e Davies vanno a braccetto: stesso tempo!

Regolare Commento Stampare

Per la prima manche occhio a Melandri, che ha chiuso una doppietta nell'ultima tappa, in Australia, ed è il terzo favorito in gara 1, dato a 5,50.

Il team Ducati è pronto a tornare in azione ad Imola, teatro del quinto round del campionato mondiale Superbike e gara di casa, vista la vicinanza a Borgo Panigale e la consueta presenza di numerosi tifosi ducatisti. Quello di Imola, nella configurazione prevista per le gare motociclistiche, è un circuito di 4936 metri con 9 curve a destra e 13 a sinistra in cui si corre in senso antiorario. Al posteriore, invece, i piloti avranno a disposizione tre soluzioni: la W1050, che rispetto alla SC0 di gamma è comunque in generale più adatta a temperature rigide, la SC1 di gamma e la novità assoluta di sviluppo W1002, che utilizza la stessa mescola della soluzione W1050 ma si presenta nell'innovativa misura 200/65 che offre un'area di contatto più ampia con conseguente migliore distribuzione degli sforzi e che dovrebbe garantire un grip ancora più elevato, soprattutto con alte temperature.

"Sento di arrivare a Imola nel momento giusto - confessa il ravennate -". Gli unici piloti che hanno ottenuto più di una pole sono attualmente in griglia: Tom Sykes con 3 e Chaz Davies con 2. Ma bisogna sempre fare i conti con Kawasaki, in particolare con il campione del mondo in carica Jonathan Rea. Le gare saranno trasmesse in. "Non resta che scendere in pista e scoprire il nostro livello".

Settima la Ducati privata del team Barni di Xavi Forés, un po' in difficoltà sul difficile tracciato del Santerno, davanti alla Kawasaki "vintage" della wild card Leon Haslam. "I test di Brno ci hanno dato un'altra opportunità di adattarmi meglio alla moto e, personalmente, mi diverto molto a guidare ad Imola".